Continua a leggere

Vita collettiva della Basilese: risultato solido in un contesto difficile

Basilea, Nonostante le difficili condizioni di investimento e dei tassi di interesse, nella previdenza professionale 2015 la Basilese Vita SA ha generato un rendimento netto del 2,30 %, cosa questa che ha consentito la remunerazione dell’avere di previdenza delle persone assicurate con un tasso dell’1,75 %. Per garantire le rendite attualmente in corso e quelle future, gli accantonamenti sono stati aumentati di 75 milioni di franchi. La fondazione di previdenza semiautonoma Perspectiva ha avviato la sua attività con successo.

L’esercizio 2015 è stato caratterizzato in particolare dall’abolizione del tasso di cambio minimo dell’euro, dall’introduzione di tassi di interesse negativi e dalla “inondazione di denaro” da parte della Banca centrale europea. A fronte di queste condizioni difficili, la Basilese Vita SA ha raggiunto un risultato solido nel comparto Vita collettiva. Il rendimento netto pari al 2,30 % è stato notevolmente inferiore rispetto a quello dell’anno precedente (3,21 %). A questo proposito occorre tenere presente che la Basilese nel 2014 ha ottenuto utili straordinari dalla vendita di una partecipazione azionaria. Il ricavo corrente è rimasto sullo stesso livello dell’anno scorso.

I ricavi da premi sono aumentati rispetto all’anno scorso di quasi il 5 % raggiungendo quota 2,65 miliardi di franchi. Il numero delle persone assicurate attive è leggermente aumentato a quasi 157 000. Le spese amministrative medie per persona assicurata attiva sono aumentate moderatamente, salendo a 507 CHF.

Accantonamenti per i pensionati a spese degli assicurati attivi
Il risultato d’esercizio della Basilese Vita SA favorisce sia i lavoratori sia i pensionati, anche se in misura diversa. Gli accantonamenti per gli obblighi pensionistici attuali e futuri sono stati aumentati di ulteriori 75 milioni di franchi. In questo modo la Basilese fa fede al suo impegno centrale di garantire la sostenibilità della previdenza dei clienti e delle persone assicurate. Questi accantonamenti, con un’aliquota di conversione legale corretta, sarebbero in gran parte confluiti nel fondo delle eccedenze per gli assicurati attivi, che dovranno invece fare i conti con la mancanza di fondi al momento del loro pensionamento.

Nonostante questa ingiustizia generazionale, la Basilese Vita SA ha potuto alimentare il fondo delle eccedenze con ulteriori 20 milioni di franchi. Grazie a questo, al 1° gennaio 2016 è riuscita a finanziare una remunerazione supplementare dello 0,25 % nel regime sovraobbligatorio, per un interesse complessivo dell’1,75 % sui capitali di vecchiaia degli assicurati attivi. Complessivamente, agli assicurati è riconfluito il 92,7 % dei ricavi. Nel comparto soggetto alla quota minima del 90 %, la quota di distribuzione è stata intorno al 95,1 %.

Il mercato esige certezza e soluzioni alternative
Il panorama previdenziale della Svizzera è in movimento. La richiesta di soluzioni di assicurazione completa che comprendano la copertura di tutti i rischi continua a essere elevata. Nel frattempo, in Svizzera un datore di lavoro su due punta su garanzie complete, offerte solo dalle assicurazioni sulla vita.

Al tempo stesso, nell’attuale contesto di tassi di interesse bassi anche le aziende più piccole cercano sempre di più nuove opportunità di rendimento per gli averi di previdenza dei loro dipendenti. È stato questo il motivo per cui, il 1° gennaio 2015, la Basilese Vita SA ha avviato la fondazione collettiva semiautonoma Perspectiva. La fondazione è stata pensata per aziende fino a 50 dipendenti e si contraddistingue per la sua strategia d’investimento dinamica. Nelle fasi di quotazioni in calo, Perspectiva riduce la quota azionaria per contenere le perdite. Viceversa, quando i mercati sono in ripresa, è possibile incrementare la quota azionaria per sfruttare le opportunità di rendimento in maniera ottimale. I rischi invalidità e decesso sono assicurati presso la Basilese Vita SA. L’offerta sta riscontrando un grande interesse sul mercato: sono infatti già oltre 400 le aziende affiliate alla nuova fondazione di previdenza.

La Basilese è a favore della riforma “Previdenza per la vecchiaia 2020”
Il conto di esercizio previdenza professionale 2015 della Basilese Vita SA mostra perché la riforma della previdenza lanciata dal Consiglio federale sia così urgente e necessaria. Anche lo scorso anno, le attuali condizioni politiche generali hanno portato a una ridistribuzione iniqua, contraria alla logica del sistema, dalle persone attive ai pensionati. «Questo è dannoso per il consolidato e ben affermato modello previdenziale svizzero dei tre pilastri», afferma Michael Müller, CEO della Basilese Svizzera. «Siamo pertanto a favore soprattutto dell’introduzione di un’età di pensionamento flessibile per uomini e donne, nonché dell’abbassamento dell’aliquota di conversione nel regime obbligatorio dal 6,8 al 6,0 % in combinazione con misure di compensazione. Lo scopo della riforma è il mantenimento dell’attuale livello delle prestazioni.»

La Basilese Assicurazioni e la Baloise Bank SoBa operano in stretta collaborazione in qualità di fornitori di servizi finanziari specializzati, unendo assicurazione e banca. Esse figurano tra i leader di soluzioni integrate nei settori delle assicurazioni, della previdenza e della formazione di capitale per privati e piccole e medie imprese. Con il Mondo della sicurezza, la Basilese si posiziona inoltre come assicuratore che fornisce anche servizi di prevenzione intelligente. Essa conta circa 3300 dipendenti.

La Basilese Assicurazioni e la Baloise Bank SoBa fanno parte di Baloise Group con sede a Basilea. Il titolo della Bâloise Holding SA è quotato sul segmento principale della SIX Swiss Exchange. Baloise Group ha un organico di circa 8000 collaboratori.