La nostra storia

La nostra storia

Una lunga tradizione

Il 2 maggio 2013, l’ex “Basilese Incendio” compiva 150 anni. Oggi attiva in cinque paesi come Baloise Group, nel 1938 viveva la sua fase di maggiore espansione geografica in tutto il mondo, operando in più di 100 sedi “in tutti gli stati sovrani”. Anche di fronte alle mutevoli esigenze della clientela, c’è un principio a cui Baloise Group è sempre rimasto fedele negli anni: il principio della sicurezza, unito a un know-how sempre più ampio e a soluzioni intelligenti. La sicurezza è e rimane un caposaldo, inscindibile dai nostri valori: swissness, innovazione e collaborazione.

La storia della nostra azienda è stata illustrata in un libro, che spiega come il principio della sicurezza è stato e viene attualmente vissuto. Se siete in possesso di documenti di rilevanza storica, se siete stati testimoni di episodi passati o desiderate raccontare un aneddoto, saremo lieti se vorrete mettervi in contatto con noi.

Markus von Escher, segretario del gruppo
history@baloise.com

 

La sicurezza, un principio. 150 anni e un futuro per la Basilese.

Il libro che racconta la storia della nostra azienda può essere acquistato in libreria:
“La sicurezza, un principio. 150 anni e un futuro per la Basilese.” Markus von Escher, Karl Lüönd, 336 pagine, oltre 900 fotografie, 80 CHF, ISBN 978-3-033-04256-8

  • XXI secolo: in cammino verso un futuro di sicurezza

    2010: compagnia di assicurazione redditizia, specializzata e con un alto margine di crescita

    Rilevando la Avéro Benelux, nel 2010 Baloise Group si è guadagnato l’accesso alla Vallonia. Da gennaio 2013, Baloise Group si presenta in modo unitario in Belgio con il nome di Baloise Insurance. Nello stesso anno è stato anche annunciato l’acquisto di Vivium Assurances, il ramo operativo lussemburghese di P&V. In futuro il gruppo intende focalizzarsi sui mercati chiave di Svizzera, Germania, Belgio e Lussemburgo. Nell’ottobre 2013 ha pertanto reso nota la vendita delle proprie unità in Croazia e Serbia; a maggio dello stesso anno ha fatto seguito la vendita della Basler Österreich, l’unità operativa austriaca. Alla fine di un lungo processo di consolidamento che ha coinvolto il Mondo della sicurezza della Basilese e i nostri collaboratori, Baloise Group è una delle compagnie di assicurazione più produttive e con il più alto margine di crescita. “La sicurezza, un principio”: con la pubblicazione della storia della nostra azienda nel 2013, nell’anno del 150° anniversario, abbiamo inoltre rinnovato il nostro approccio di fondo nei confronti di clienti, azionisti e collaboratori.

     

    2006: Eccellenza operativa e crescita redditizia

    Con la propria strategia dell’eccellenza operativa, Baloise Group ha costantemente migliorato la propria attività. Nel 2006 Bâloise Luxembourg riprende la Winterthur Europe Vie. Nel 2007 è stata acquistata la Osiguranje Zagreb, mentre in Serbia viene lanciato un investimento “green field”. A Balzers viene costituita la Baloise Life (Liechtenstein), che si specializza in innovativi prodotti vita vincolati a investimenti.Dal 2008 tutte le società tedesche, Basler e Deutscher Ring Leben / Sach, fanno capo alla sede di Bad Homburg. Con il programma avviato nel 2009, “Baloise 2012”, Baloise Group riconfigura il proprio posizionamento di gruppo e con il Mondo della sicurezza pone la sicurezza globale al centro delle prestazioni aziendali: “La vostra sicurezza ci sta a cuore”. Così Baloise Group conferma il proprio approccio “La sicurezza, un principio”, per il passato così come per il futuro.

     

    2005: Eccellenza operativa e crescita proficua

    Con la propria strategia dell’eccellenza operativa, la Basilese migliorò costantemente la propria attività. Nel 2006 Bâloise Luxembourg rilevò la Winterthur Europe Vie. Nel 2007 venne acquistata la Osiguranje Zagreb e venne avviata una Greenfield Operation in Serbia. A Balzers fu costituita la Baloise Life (Lichtenstein), che si specializzò in innovativi prodotti vita vincolati a fondi. Nel 2008 tutte le società tedesche della Basilese e Deutscher Ring Leben / Sach vennero poste sotto la guida unica della sede di Bad Homburg.

     

    2002: Dopo un anno in perdita la tendenza nuovamente positiva; attività frenetiche nelle società dislocate nei vari paesi

    Dopo il 2001, anno memorabile per la politica mondiale, e il collasso dei mercati finanziari dopo gli attacchi terroristici negli USA, nel 2002 la Basilese registrò il proprio unico anno in perdita. Già nel 2003 riuscì a potenziare nuovamente l’attività sui mercati chiave. La Basilese rilevò la compagnia d'assicurazioni tedesca Securitas e la fuse con la propria succursale tedesca, formando la società Basler Securitas. Deutscher Ring Leben / Sach costituirono delle filiali nella Slovacchia e nella Repubblica Ceca.

     

    2000:I primi passi nel nuovo millennio con l’offerta di servizi finanziari mirati

    L'inizio di questo nuovo secolo ha consentito al Gruppo alcuni sviluppi estremamente importanti, che si sono riflessi nell'orientamento strategico attuale delle società.
    Nel 2000, l'acquisto da parte del Gruppo della Solothurner Bank SoBa, oggi Baloise Bank SoBa, costituì il primo passo verso il modello commerciale di fornitore di servizi finanziari mirati. Nello stesso anno fu fondata la Basilese a Zagabria.

     

  • XX secolo: crescita e consolidamento

    1990: Un decennio e mezzo di ristrutturazione; tentativo di acquisizione respinto con successo

    Gli anni ‘90 per la Basilese sono stati tempi movimentati, con ritiri da Italia, Francia e USA. La Rhein Rück, acquisita nel 1991, venne rivenduta nel 1997. Nel 2001 seguì il ritiro dalla Spagna e con la vendita della Mercator Bank, nel 2004, si concluse la fase di epurazione. Risultano decisamente eloquenti le relazioni di esercizio in cui la Basilese, a partire dal 1991, indica i propri azionisti più importanti: due grandi azionisti, in modo indipendente l’uno dall’altro, hanno detenuto temporaneamente oltre il 40%, ma a causa della limitazione del diritto di voto prevista dallo statuto erano stati iscritti nel registro delle azioni rispettivamente con il 2% dei voti. Nel 2003 venne respinto il tentativo di acquisizione e il principale azionista, un «nominee», continuò a mantenere il 3,8% delle azioni Basilese.

     

    1971: Nasce l'attuale struttura societaria

    Nel 1971 le società della Basilese dei settori incendio, trasporti e infortuni si fusero in «La Basilese, Compagnia d'Assicurazioni». Tuttavia, la fusione non incluse "La Basilese Compagnia d’Assicurazioni sulla Vita", che restò una società affiliata autonoma per motivi di sorveglianza. Negli anni '80, la Basilese si espanse nell'Europa dell'Est, fondando tra l’altro anche «La Basilese Assicurazioni, Società per azioni» in Austria nel 1983. Nel 1985 venne acquistata la Deutsche Ring Leben / Sach, nel 1986 Basilese era l’azionista di maggioranza della belga Mercator nelle Fiandre. Nel 1985 venne fondata la Baloise Insurance Company of America, nel 1988 venne acquisita la Providence Washington Insurance Company. Il 125° anniversario si svolse all’insegna del motto «Più gioia di vivere con la sicurezza».

     

    1962: Fondazione della Bâloise Holding a Basilea e nuova sede a Bad Homburg

    Per ripartire meglio i rischi fra le singole società della Basilese Assicurazioni, nel 1962 fu fondata la Bâloise Holding, con sede a Basilea e a cui fanno capo tutte le società localizzate nei vari paesi. Nel 1968 le società tedesche acquistarono la propria sede a Bad Homburg.

     

    1945: Recupero dell’Europa occidentale e nuovo impulso di crescita

    Sulla scia della rapida ripresa dell'Europa occidentale, la Basilese riuscì nuovamente a posizionarsi con successo come compagnia di assicurazioni nei paesi europei. Grazie al progresso tecnologico e all'aumento del benessere nazionale, i valori da proteggere da rischio divennero sempre più numerosi. In Perù, Venezuela ed Ecuador vennero acquisite delle partecipazioni di minoranza. Nel 1958 venne costituita la Basilese Infortuni; l’attività venne prima registrata come ramo della Basilese Vita.

     

    1939: L'Europa rivive le angosce della guerra; la Basilese passa alle «marce ridotte»

    All'inizio della Seconda guerra mondiale, le nuove attività delle società della Basilese furono temporaneamente interrotte. Facendo di necessità virtù, ci si concentrò sul mercato assicurativo interno, dove si registrarono i maggiori afflussi di capitali dai tempi della fondazione dell'azienda. Il bisogno di sicurezza era continuo. Nel 1938 a Basilea gli eventi precipitarono: il 19 settembre iniziò l’evacuazione parziale della sede centrale, i titoli furono trasportati a Friburgo, altre 115 tonnellate di atti e polizze andarono in un complesso di chalet sorvegliato militarmente, con una cassaforte sotterranea costruita in proprio, a Saanen-Gstaad. Il 2 settembre 1939, il giorno della mobilitazione generale, molti collaboratori di Basilese dovettero riarruolarsi. Nel 1945 vennero trasferite le sedi berlinesi: la Basilese Vita attraverso Francoforte sul Meno a Camberg e da qui nuovamente a Francoforte sul Meno e la Basilese Incendi da Hirschau a Friburgo in Brisgovia.

     

    1914: Disordini indotti dalla guerra e interruzione della fase di crescita

    La Prima guerra mondiale pose drasticamente fine alla fiorente espansione dell'industria assicurativa. L'attività internazionale delle società della Basilese patì pesanti conseguenze. La situazione fu aggravata dall'epidemia d'influenza che si diffuse anche in Svizzera verso la fine della Prima guerra mondiale e che aumentò fortemente il tasso di mortalità.
    Nel dopoguerra, le società dovettero combattere soprattutto contro l'inflazione monetaria. Inoltre, per importanti beni materiali andati distrutti durante gli anni della guerra non era più necessaria una copertura assicurativa. Verso la metà degli anni '20 l'economia sembrò dare i primi segni di ripresa. Ma questa tendenza non era destinata a durare. All'inizio degli anni '30, infatti, l'economia mondiale precipitò nuovamente in una profonda crisi, caratterizzata da un elevato tasso di disoccupazione da un lato e da un'eccedenza di capitali dall'altro. In questo periodo, le società della Basilese riconobbero l'opportunità di operare nel settore immobiliare e nella costruzione di immobili. In Francia e in Spagna la Basilese fu cofondatrice di La Cordialité (1921) e della Compañía Vascongada (1929). Nel 1933 la Basilese Incendi e la Basilese Trasporti iniziarono ad operare nel Lussemburgo.

     

    1900: La tecnologia come motore dell’economia e il ritiro dagli USA

    Agli inizi del secolo scorso, l'Europa viveva una felice fase di espansione economica che coinvolse anche la Basilese Assicurazioni e le sue varie società. Al contempo, il travolgente avvento della tecnologia sul nostro continente in brevissimo tempo cambiò radicalmente le condizioni di vita della popolazione. Con l'aumento del livello tecnologico, cambiarono anche i rischi che minacciavano l'esistenza materiale delle persone. Nel primo decennio del nuovo secolo, le società della Basilese lanciarono alcuni nuovi prodotti adattati alle nuove esigenze, come ad esempio l'assicurazione contro il furto con scasso.
    Dal 1901 la Basilese Incendi decise di risanare il proprio portafoglio statunitense, cercando di ritirarsi da determinate parti degli USA. Tuttavia, desiderava mantenere il redditizio business della Pacific Coast. Dato però che l’ufficio assicurazioni di New York rifiutava di ritirarsi fintanto che negli USA fosse rimasta in essere anche una sola polizza, a malincuore il business del Pacific Coast fu venduto. E fortunatamente, come emerse in seguito: nel 1906 infatti un grave terremoto distrusse San Francisco, ma a quel punto la Basilese Incendi non operava già più negli USA.

     

     

     

  • XIX secolo: fondazione e posizionamento

    1869: Una riassicurazione propria e il balzo oltreoceano

    Nel 1869 fu creata la «Basilese Compagnia di Riassicurazioni» sotto l'egida della «Basilese Compagnia d’Assicurazioni sui Trasporti». Nel 1885 la «Basilese Compagnia d’Assicurazioni sulla Vita» avviò l'attività di assicurazione contro gli infortuni.
    L’attività geografica si espanse e la Basilese Incendi iniziò ad operare anche ad Amburgo, Brema, Costantinopoli, Alessandria, Smirne, Yokohama, Messico, Buenos Aires e Rio de Janeiro. Nell’interesse degli azionisti, dopo pochi anni le attività non redditizie vennero chiuse. Nel 1874 fu costituita una società affiliata in Austria; dal 1891 la Basilese Incendi cominciò a fare affari direttamente a San Francisco.

     

    1864: Ampliamento dell’attività ed espansione europea

    Nel 1864, la «Basilese Incendi» ampliò la propria attività con altri due settori: trasporti e vita, compiendo così un ulteriore passo verso il suo obiettivo originario, ovvero quello di esercitare l'attività assicurativa «in tutti i campi e in tutte le direzioni». Le nuove aziende furono denominate in base alle finalità: «Basilese Compagnia d’Assicurazioni sulla Vita» e «Basilese Compagnia d’Assicurazioni sui Trasporti». Laddove possibile e dove non venivano ostacolati o limitati da monopolio o quote, gli altri permessi cantonali seguirono molto rapidamente.
    L’ancora giovane Basilese riuscì a crescere in Svizzera a seguito dell’acquisto di altri portafogli cantonali, dapprima nei Grigioni, poi a Ginevra, Zurigo e nel Vallese. Il 4 agosto 1864 la «Basilese Incendi» ottenne un permesso per operare nel Granducato di Baden, il 29 marzo 1886 fu concesso l’ultimo permesso d’esercizio dagli ex stati nazionali tedeschi da parte del Regno della Sassonia. Seguirono altri paesi: Danimarca, Svezia, Norvegia, Gran Bretagna, Francia, Italia e Principati danubiani, ossia l’attuale Romania.

     

    1863: Rogo di Glarona e fondazione della «Basilese Incendi

    Il 2 maggio 1863 la «Basilese Compagnia d’Assicurazioni contro i danni da incendio» ottenne il permesso cantonale dall’Alto governo del cantone della città di Basilea. Fattore scatenante per la fondazione dell’impresa fu il terribile rogo di Glarona del 1861, che diede il via alla costituzione di compagnie di assicurazione in Svizzera.