Cyber security: 5 metodi comprovati per le PMI

Per proteggere la vostra PMI dai rischi cyber, potete trarre ispirazione dalle procedure comprovate di grandi aziende. Eccone cinque che dovreste mettere subito in pratica anche voi.

1. Nominate un responsabile della sicurezza

Ogni collaboratore è responsabile della sicurezza dei dati, ma dovreste comunque nominare un responsabile principale e un sostituto. Il responsabile della sicurezza ha il compito di informare regolarmente voi e il vostro team e funge da interlocutore per domande, dubbi e casi concreti.

2. Create copie di backup

Il rischio di perdere dati sensibili non si ha solo in caso di attacco hacker. Anche i danni provocati da incendi o da acque possono causare perdite di dati. Dovete quindi creare copie di backup con regolarità. È importante conservare i backup in un luogo diverso da quello in cui si trovano i supporti dati originari.

3. Eseguite gli aggiornamenti

I sistemi operativi e i programmi non sono sempre privi di errori. Sono proprio queste le falle che gli autori di malware sfruttano per ottenere accesso a computer o smartphone. Installate quindi regolarmente i service pack disponibili per il sistema operativo e i programmi. Queste patch eliminano gli errori e chiudono le falle di sicurezza.

4. Tenetevi informati

  • Il sito Internet “Have I Been Pwned?” raccoglie e analizza i “dump di database”, ossia le immagini disco messe online dagli hacker dopo un furto di dati. Il sito fornisce agli utenti la possibilità di cercare i loro dati che sono stati resi pubblici. Si possono anche cercare le password pubblicate.
  • Il Centro nazionale per la cibersicurezza è stato fondato dalla Confederazione per rafforzare la protezione dai rischi informatici. Vi trovate informazioni sui rischi attuali, consigli per proteggere la vostra PMI, checklist e diverse raccomandazioni per la sicurezza dei dati nella vostra azienda. Sul sito potete anche segnalare eventuali casi accertati nella vostra azienda.

5. Stipulate un’assicurazione cyber

 

Mentre le grandi aziende dispongono spesso di risorse notevoli per reagire in modo adeguato, le PMI sono in genere più vulnerabili, ad esempio perché non possiedono le conoscenze tecniche e le risorse umane necessarie.

La Basilese offre assicurazioni cyber PMI che coprono i rischi finanziari, ad esempio i costi di ripristino di sistemi e dati nonché eventuali richieste di riscatto per riottenere l’accesso ai dati criptati.

Sappiamo comunque che questo non basta. Dopo un attacco hacker vi serve aiuto immediato per poter riprendere subito a lavorare. Per questo avete a disposizione un team di esperti che vi supporta.

  • Siamo raggiungibili 24 ore su 24 sette giorni su sette.
  • Vi aiutiamo a gestire la crisi.
  • Vi forniamo informazioni giuridiche.
  • Ci facciamo carico dei costi delle analisi forensi per accertare l’origine dell’attacco.
  • Eventualmente vi aiutiamo a informare, in modo corretto e al momento giusto, le persone i cui dati sono stati rubati.

Interessati a un’assicurazione cyber PMI?

Paragonate i nostri tre pacchetti assicurativi e calcolate il premio

Di vostro eventuale interesse

Rivista
Come possiamo aiutarti? Top