In Svizzera i disastri naturali più frequenti sono le inondazioni. E dal punto di vista statistico, un incendio su due si verifica in azienda. Le cifre e i fatti seguenti vi forniranno maggiori informazioni sul tema dell’interruzione di esercizio.

Interruzione di esercizio: cifre e fatti

La probabilità di subire un’interruzione di esercizio viene spesso sottovalutata. Tuttavia, secondo un sondaggio condotto presso le PMI nostre clienti, il 26 % di esse ha già subito un’interruzione di esercizio.

Per valutare meglio il rischio per la propria azienda è bene conoscere i fatti. Ne abbiamo raccolti alcuni per voi.

Desiderate verificare con maggiore accuratezza la sicurezza della vostra azienda? Contattateci per una visita sulla sicurezza.

I fatti in dettaglio

15x-piu-catastrofi-naturali-negli-ultimi-anni

Negli ultimi anni i disastri naturali sono stati 15 volte più frequenti rispetto al passato.
Secondo la piattaforma nazionale “Pericoli naturali”, Planat, gli ultimi 15 anni sono stati i più caldi degli ultimi 5 secoli. E questa tendenza sta accelerando: i quattro anni più caldi rispetto alla media si collocano tutti dopo il 1990 e con l’innalzamento delle temperature aumentano i disastri naturali come inondazioni, slavine di fango e uragani.

26%-delle-pmi-subisce-almeno-un-interruzione-di-esercizio

Il 26 % delle PMI svizzere ha già subito almeno un’interruzione di esercizio.
Non appena vengono a mancare le risorse fondamentali, perché un disastro naturale ha colpito la propria azienda oppure quella dei partner, tutto si ferma. Le cause di un’interruzione di esercizio sono molteplici e spaziano dai rischi in cui si incorre per propria colpa, come ad esempio gli incendi, passando per i disastri naturali come i fulmini fino all’intromissione dolosa di terzi, come nel caso di un’effrazione, di un furto o di un danneggiamento materiale.

50%-delle-pmi-non-ha-un-assicurazione-interruzione-di-esercizio

Il 50 % delle PMI non è assicurato contro l’interruzione di esercizio.
«A me sicuramente non capita», pensano molti datori di lavoro, non soltanto per quanto riguarda la vita privata ma anche in relazione alla propria azienda. Eppure la probabilità di un’interruzione di esercizio è considerevole. Sapevate per esempio che il 46 % degli incendi colpisce proprio le aziende? E questo su una media annua di 200 000 casi di incendio, come stimato dal Centro d’informazione per la prevenzione degli incendi in Svizzera.

90%-delle-pmi-con-un-interruzione-di-esercizio-di-3-mesi-e-insolvente-a-distanza-di-3-anni

Il 90 % delle PMI che hanno subito un’interruzione di esercizio di tre mesi diventa insolvente nell’arco di tre anni.
Le possibili conseguenze di un’interruzione di esercizio sono note solo raramente ma possono essere disastrose. Non si tratta infatti soltanto dei costi per il risarcimento dei danni o per la mancata produzione, ma anche del rischio di perdere ottimi collaboratori e know-how.

Di vostro eventuale interesse:

Ha delle domande? Top