Scambio internazionale di informazioni in materia fiscale

Che cos’è il CRS?

Il Common Reporting Standard (CRS) è un accordo internazionale che disciplina lo scambio di informazioni in materia fiscale tra le nazioni allo scopo di promuovere il rispetto delle regole fiscali a livello globale. 

Il CRS è stato sviluppato dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) e viene applicato in molti stati. Al momento hanno aderito al CRS circa 100 nazioni, tra le quali tutti gli stati dell’Unione europea.

Il CRS non è un’imposta bensì un sistema di notifica internazionale. Le nazioni che hanno adottato il CRS sono tenute a scambiarsi, su base annuale, dati personali e informazioni sui conti e sui valori patrimoniali.

A tale fine, gli istituti finanziari svizzeri sono tenuti ad accertare il domicilio fiscale dei propri clienti per mezzo di un’apposita autocertificazione.

Se il cliente ha la residenza fiscale all’estero, verranno comunicate le seguenti informazioni: nazione di residenza fiscale, numero di identificazione a fini fiscali (TIN), saldi dei conti e ricavi. Successivamente, l’Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) scambierà le informazioni ottenute con le rispettive autorità fiscali estere, ricevendo a sua volta informazioni da tali Paesi.

In generale, alla Baloise Bank SoBa e alla Basilese Assicurazioni non è consentito effettuare alcuna consulenza individuale in materia fiscale. Per eventuali chiarimenti su questioni di natura fiscale è necessario rivolgersi a un consulente fiscale.

Domande e risposte sullo scambio automatico di informazioni relative a conti finanziari

Ulteriori link

Oltre alla Svizzera finora quasi 100 stati, compresi tutti i più importanti centri finanziari, si sono dichiarati disposti ad adottare lo standard dell’OCSE. Finora la Svizzera ha stipulato l’accordo sullo scambio automatico con i seguenti Stati partner:
www.sif.admin.ch

Informazioni sul numero di identificazione fiscale (TIN) di ciascuna nazione:
www.oecd.org

 

Ha delle domande? Top