Casa e proprietà

Più sicurezza per la casa: 14 consigli per prevenire i furti

Manca ormai pochissimo alle vacanze autunnali. Finalmente è di nuovo il momento per esperienze, tempo libero e piacere. Ma la stagione d’oro dell’anno ha anche un rovescio della medaglia. Le giornate iniziano ad accorciarsi. Questo dà modo ai ladri di passare sempre più spesso ai fatti. Ma niente panico: abbiamo sintetizzato 14 consigli per aiutarvi, come locatari e proprietari, a tutelare la vostra casa da un’effrazione. Andate quindi in vacanza con tranquillità.

Misure di protezione subito attuabili

Consiglio n. 1: chiudere le porte, evitare negligenza grave

Prima di lasciare la casa, assicuratevi sempre di chiudere le porte a chiave e non solo di accostarle: in particolare, se siete in procinto di andare in vacanza. Diversamente, siete responsabili di negligenza grave, ignorando precauzioni elementari e in tal modo violando il vostro obbligo di diligenza. Qual è il problema in questo caso: normalmente le spese per i danni provocati da negligenza grave non sono coperte dall’assicurazione. Nel caso in cui si verifichi un sinistro, colui che l’ha causato deve farsi carico personalmente delle conseguenze finanziarie.

Consiglio n. 2: chiudere finestre e porte finestre

Altra cosa molto importante se state per partire per le vacanze: oltre alle porte di ingresso, chiudete completamente anche tutte le finestre e le porte finestre. Le finestre ribaltate sono una vera manna dal cielo per i ladri. Allo stesso modo, vanno chiusi anche gli accessi al garage, alla cantina, al deposito degli attrezzi ecc.

Consiglio n. 3: non nascondere le chiavi all’aperto

Gli zerbini e i vasi da fiori davanti casa sono indubbiamente graziosi come decorazione. Ma come nascondiglio per le chiavi di casa sono inadeguati perché i ladri conoscono naturalmente molto bene questi luoghi in cui si è soliti custodire gli oggetti. Per questo motivo, è preferibile lasciare le chiavi di emergenza a un vicino fidato.

Consiglio n. 4: complicare le vie di accesso ai piani alti

Se abitate in una casa a più piani o in un appartamento sopra al piano terra, non dovreste lasciare utensili come scale, cassonetti per i rifiuti e mobili da giardino intorno alla casa. I vostri oggetti di valore ve ne saranno grati.

Consiglio n. 5: simulare la presenza

Avete a disposizione diverse possibilità per dare l’impressione che le vostre quattro mura siano abitate. I timer illuminano le stanze così come i televisori, che è possibile accendere e spegnere automaticamente; anche le tapparelle aperte simulano la vostra presenza. Se vi apprestate a godere di vacanze più lunghe, dovreste farvi inoltrare la posta, in modo tale che la cassetta della posta non diventi stracolma.

Consiglio n. 6: supporto del vicinato

A proposito della posta: in alternativa all’inoltro, potete anche pregare i vostri vicini di svuotare la cassetta della posta. E se ne hanno l’occasione, vale anche la pena aprire e chiudere le tapparelle. Se la persona incaricata dovesse notare qualcosa di insolito dalla vostra abitazione, dovrebbe denunciarlo immediatamente alla polizia.

Consiglio n. 7: agite con cautela sui social network

Non postate pubblicamente il vostro soggiorno in vacanza sui social network. Inoltre è saggio non fornire indicazioni concrete nella notifica di assenza sulla vostra e-mail privata. Un neutro «non sono attualmente reperibile via e-mail, ma conoscete il mio numero di cellulare» non suggerisce nulla sulla durata e sulla tipologia della vostra assenza. Lo stesso vale, tra l’altro, anche per l’annuncio sulla vostra segreteria telefonica.

Per i locatari

Misure di protezione edili ed elettroniche

Come locatari, con l’ausilio di diversi interventi potete contribuire alla tutela dalle effrazioni all’interno dell’appartamento, a condizione che i cambiamenti apportati non intacchino la struttura architettonica. Per tutelarvi dalle effrazioni avete quindi molte opzioni a disposizione.

Consiglio n. 8: impianto di allarme nell’area interna

Un sistema di allarme effettua la sorveglianza, può prevenire un’effrazione e tutela i vostri oggetti di valore. Che si tratti di un allarme radio o via cavo, il mercato offre un ampio assortimento per ogni esigenza. La maggior parte dei sistemi di allarme funziona senza fili e può essere attivata senza fatica. Particolarmente pratici sono i modelli senza cavo, a batteria: per l’installazione non necessitate di alcun aiuto professionale.

Consiglio n. 9: utilizzare serrature di sicurezza

I cosiddetti lucchetti blindati applicati nella parte interna delle porte di ingresso assicurano ulteriormente le porte e rendono più difficile l’accesso ai ladri. Le chiavi dotate di un cilindro impediscono copie di chiavi indesiderate. Oppure potete optare per una serratura elettronica. In tal caso, l’autorizzazione all’accesso avviene tramite un software.

Consiglio n. 10: montare maniglie chiudibili a chiave

I ladri scassinano spesso finestre e porte finestre oppure le aprono praticando un foro nel vetro delle finestre. Con le maniglie chiudibili a chiave contrastate efficacemente la loro azione; bloccate l’intera meccanica e consentite l’apertura solo con una chiave. Applicate in aggiunta anche una protezione antiperforazione in acciaio temperato, rendete impossibile inoltre una perforazione della maniglia dall’esterno.

Per i proprietari

Misure di protezione edili ed elettroniche

In qualità di proprietari, in linea di principio siete personalmente responsabili della sicurezza del vostro immobile. Ciò ha il vantaggio che potete tutelare la vostra proprietà in svariati modi.

Consiglio n. 11: perni a fungo anziché perni girevoli

Di norma, finestre e porte finestre sono dotate di perni girevoli. Le cosiddette cerniere dei perni a fungo offrono una maggiore sicurezza dal furto. Anche i vetri di sicurezza sono un investimento vantaggioso.

Consiglio n. 12: grate di copertura ai lucernari

Non sono solo i piani superiori a essere vulnerabili agli ingressi, lo stesso vale anche per gli accessi ubicati in basso. In particolare, dovreste assicurare i lucernari con grate di copertura antieffrazione.

Consiglio n. 13: sistemi di sorveglianza, protezione doppia

Oltre al classico impianto di allarme, anche un sistema di videosorveglianza funge molto bene da protezione antieffrazione per la vostra casa, per essere precisi doppiamente: da un lato, le videocamere fungono da deterrente per i ladri, svolgendo in tal modo un’azione preventiva. Dall’altro, in caso di effrazione aiutano a identificare i malfattori.

Assicurazione economia domestica della Baloise

Consiglio n. 14: provvedere per ogni evenienza

Persino le misure di sicurezza più scrupolose non offrono una tutela completa da un’effrazione. Se sfortunatamente doveste essere vittima di un furto, saremo lieti di assistervi. Con la nostra assicurazione economia domestica, oltre al furto con scasso sono coperti anche il furto semplice, la rapina, la perdita del bagaglio, gli atti di vandalismo perpetrati durante il furto contro la mobilia domestica e gli edifici. Il modulo di sicurezza «Senza preoccupazioni» vi tutela inoltre dalle conseguenze finanziarie in caso di sinistri causati da negligenza grave: non viene operata alcuna riduzione della prestazione.

Stipulare online l’assicurazione economia domestica

Protezione dai danni da incendio, acqua e furto e molto altro

Di vostro eventuale interesse

Rivista
Come possiamo aiutarti? Top