Casa e proprietà

Il finanziamento immobiliare in parole semplici

La Baloise Bank SoBa fa chiarezza e dà sostegno a chi desidera un’ipoteca.

Il sogno di un’abitazione di proprietà

Sono molte le persone in Svizzera che sognano di possedere un’abitazione. Mai prima d’ora i tassi di interesse ipotecario sono stati così bassi. Per acquirenti alle prime armi, queste sono le condizioni ideali per l’acquisto di un immobile.

Prima di mettervi alla ricerca di un immobile, dovete sapere con certezza cosa potete permettervi. In fin dei conti, il finanziamento ipotecario dell’immobile dei propri sogni è per la maggior parte delle persone il progetto più grande da affrontare nella vita. Per questo motivo è importante capire i concetti di base del finanziamento immobiliare. Quello che al primo sguardo potrebbe sembrare complicato, spesso si rivela essere invece più semplice. La Baloise Bank SoBa vi spiega tutto, punto per punto.

Capitale proprio, capitale di terzi, ipoteca

Innanzitutto bisogna essere certi di quanto sia il capitale proprio da investire nell’immobile. In Svizzera gli acquirenti di immobili devono essere fondamentalmente in grado di poter coprire almeno il 20% del prezzo di acquisto attraverso mezzi finanziari propri come risparmi, averi del pilastro 3a, valori di riscatto di assicurazioni sulla vita e capitali della cassa pensioni. È necessario tuttavia tenere presente che, di questo 20%, almeno la metà dei fondi propri non deve essere costituita da capitale della cassa pensioni. Il capitale di terzi è la quota che viene finanziata attraverso mezzi non appartenenti all’acquirente. Questa può costituire al massimo l’80% del prezzo di acquisto e viene finanziata di solito attraverso un’ipoteca. L’ipoteca è un credito che vi diamo per finanziare il vostro immobile. L’immobile che acquistate costituisce la nostra garanzia.

Ipoteca di primo grado e ipoteca di secondo grado

In Svizzera viene fatta una distinzione tra ipoteca di primo grado e ipoteca di secondo grado. L’ipoteca di primo grado può ammontare al massimo al 65% del prezzo di acquisto. Se sussiste la necessità di un finanziamento maggiore, l’acquirente deve coprire il restante 15% tramite una cosiddetta ipoteca di secondo grado. La particolarità di questa seconda ipoteca sta nel fatto che l’acquirente immobiliare deve averla ammortizzata di regola entro 15 anni e prima del pensionamento. Nell’ambito del finanziamento immobiliare si distingue inoltre tra ipoteca a tasso fisso e ipoteca variabile. Con la molto apprezzata ipoteca Baloise a tasso fisso l’acquirente si garantisce il tasso di interesse della sua ipoteca per una determinata durata che può variare da due a dieci anni. Nel caso dell’ipoteca variabile il tasso di interesse viene adeguato costantemente. La Baloise Bank SoBa offre nel complesso quattro ipoteche diverse.

Sostenibilità e livello del finanziamento

Se disponete del capitale proprio necessario, verifichiamo successivamente la sostenibilità del vostro finanziamento. In pratica determiniamo quali sarebbero le rate ipotecarie mensili e le mettiamo in relazione al vostro reddito netto. La regola di base è la seguente: il carico complessivo derivante da ammortamento, tasso di interesse ipotecario e spese accessorie non deve superare un terzo del reddito netto. Per poter valutare tutto ciò, abbiamo bisogno di alcuni dati, come il prezzo di acquisto, il reddito netto e il vostro anno di nascita.

Con questa operazione, il calcolatore di ipoteche determina anche il vostro livello del finanziamento. Il livello del finanziamento determina il rapporto percentuale dell’ipoteca rispetto al valore dell’immobile e può essere al massimo dell’80%. 

Potete verificare autonomamente la sostenibilità e il livello del finanziamento per il vostro immobile tramite il calcolatore online della Baloise.

Attenzione: in questo caso prevediamo il tasso di interesse calcolatorio*. I tassi di interesse effettivi sono indicati qui:

* Per motivi di rischio il tasso di interesse calcolatorio viene utilizzato dagli istituti finanziari per il calcolo della sostenibilità. L’obiettivo è quello di evitare che il mutuatario non si possa più permettere l’ipoteca in caso di un eventuale aumento degli interessi. Questo tasso di interesse si aggira intorno al 5 per cento.

Come aumentare i mezzi finanziari propri?

Per mettere in piedi un finanziamento immobiliare stabile, potete naturalmente aumentare la quota dei mezzi propri. Magari avete la possibilità di riscuotere in anticipo una quota della vostra eredità. Oppure potete anche ritirare in anticipo gli averi della cassa pensioni provenienti dal 2° pilastro o costituirli in pegno. Potete inoltre utilizzare come mezzi propri anche il capitale proveniente dal pilastro 3a. Se desiderate utilizzare gli averi della cassa pensioni, ci sono alcuni aspetti specifici e alcune limitazioni da tener presenti.

Ce l’avete fatta: adesso conoscete i concetti di base del finanziamento immobiliare e siete attrezzati al meglio per il vostro primo colloquio di consulenza con noi. Fissate oggi stesso un appuntamento con il vostro consulente.

Oppure avete già in mente un immobile preciso e siete informati sul finanziamento? Con l’ipoteca Baloise online avete la possibilità di sbrigare tutto in digitale comodamente da casa e con ottimi tassi di interesse garantiti.

Il modello bonus della Baloise: fino allo 0,25 per cento di risparmio sugli interessi

bonusgrafik_it

Come mostra questo esempio, esigenze abitative e abitazione dei propri sogni sono un tema molto soggettivo. Non tutti gli immobili e portafogli permettono ampie ristrutturazioni di questo tipo. Ma l’uso e l’organizzazione dei locali esistenti può sempre essere cambiato dai proprietari delle abitazioni. I locatari, invece, evitano di fare investimenti in un immobile che non gli appartiene: al momento di cambiare casa non potranno certo portare via le costose piastrelle che hanno scelto per la parete.

A breve proprietari? Trovate l’ipoteca giusta

Risparmiate fino a 0,25% sul tasso d’interesse dell’ipoteca a tasso fisso

Di vostro eventuale interesse:

Come possiamo aiutarti? Top