Casa e proprietà

Incendi domestici in inverno | i consigli dell’esperto

È proprio vero che a Natale e a Capodanno si verificano moltissimi incendi domestici? L’albero di Natale è il pericolo maggiore? Come prevenire gli incendi e cosa fare se effettivamente ne scoppia uno? Antonio Sanchez lavora come vigile del fuoco nella regione di Orbe (VD) da più di 20 anni e ha risposto alle nostre domande.

Intervista a un vigile del fuoco

Antonio Sanchez lavora come consulente per la Basilese Assicurazioni. Ma questa non è la sua unica area di competenza. In veste di vigile del fuoco con più di 20 anni di esperienza, guida da una decina di anni la squadra di 250 vigili del fuoco volontari di Orbe, tra Yverdon e Losanna. Gli abbiamo chiesto come ci si può proteggere al meglio dagli incendi domestici in inverno.

Mito o realtà?

Si sente spesso dire che a Natale e a Capodanno si verifica un numero particolarmente elevato di incendi domestici. Può confermarlo?

La maggior parte degli interventi dei vigili del fuoco avviene all’inizio dell’inverno, in particolare perché è il momento in cui si accendono i riscaldamenti. Lo spazzacamino non è venuto, l’impianto è difettoso, il camino non è pulito o è ostruito da un nido... tutto questo può richiedere l’intervento dei vigili del fuoco.

È vero che in inverno si verificano più incendi domestici che in estate. Anche i cortocircuiti rivestono un ruolo importante, perché in inverno si consuma più elettricità che nella stagione calda.

Attenzione con le prese multiple!

Come si verificano i cortocircuiti?

I cortocircuiti si verificano principalmente quando diversi dispositivi sono collegati a una presa, quindi a causa di un sovraccarico di prese multiple. Se l’impianto elettrico è in buone condizioni, i fusibili faranno il loro lavoro e impediranno l’incendio. Ma con impianti obsoleti, un semplice cortocircuito può bastare per provocare un incendio.

Con l’avvicinarsi dei giorni festivi, a volte vengono ripescati elettrodomestici che non sono stati utilizzati per un bel po’, per esempio la friggitrice che viene usata solo in occasioni speciali. Nel caso di apparecchi usati così di rado, la manutenzione è spesso trascurata o magari le persone dimenticano di aver calpestato la spina l’anno prima e di aver danneggiato l’apparecchio.

Si possono usare candele vere?

A Natale posso accendere candele vere con la coscienza pulita?

Nel caso delle candele bisogna osservare alcune regole. È una questione di disciplina e di controllo. Le candele accese non dovrebbero mai essere lasciate incustodite e non devono essere collocate troppo vicino a materiali infiammabili come le tende.

E l’albero di Natale?

E l’albero di Natale? Posso decorarlo con candele vere?

Le candele di cera sull’albero di Natale esistono ancora, non sono vietate. Si dovrebbero però prendere delle misure di sicurezza: le candele devono essere abbastanza lontane dai rami sporgenti, dovrebbero essere fissate più verso l’esterno dei rami (dove tra l’altro si possono anche vedere meglio) e non devono mai essere lasciate incustodite quando sono accese.

L’invecchiamento dell’albero di Natale è però un problema. Infatti l’albero viene spesso comprato già all’inizio di dicembre. Poi rimane in salotto per tre settimane fino a Natale e si secca. Un albero di Natale secco è pericoloso, perché prende fuoco facilmente.

E, infine, l’albero viene decorato, usando spesso ornamenti di plastica. Ghirlande e altre decorazioni natalizie sono altamente infiammabili e, in caso d’incendio, rilasciano anche gas di combustione tossici.

Posso spegnere l’incendio da solo?

Che cosa devo fare se scoppia un incendio a casa mia? Posso spegnerlo da solo?

Una friggitrice o una pentola da fonduta, la tovaglia o il tappeto: quando improvvisamente prendono fuoco, per prima cosa si ha paura e regna il caos, soprattutto quando tutta la famiglia è seduta insieme per un pasto festivo.

È quindi importante mantenere il sangue freddo e agire rapidamente. In caso d’incendio, il primo minuto è decisivo: se non riuscite a spegnerlo entro un minuto, vi sfuggirà di mano.

Sono tre le cose che portano a un incendio: l’origine (scintilla), un combustibile (materiale infiammabile) e l’ossigeno. Quindi, per estinguere un incendio, uno di questi tre elementi deve essere eliminato. In pratica è possibile:

  • soffocare l’incendio privandolo dell’ossigeno;
  • fermarne la propagazione rimuovendo i materiali infiammabili dalla sua portata (per esempio tovaglioli di carta, carta da regalo ecc.).

Una coperta antincendio è ideale come misura immediata.

Estinguere un incendio con l’acqua?

Supponiamo che la mia pentola da fonduta abbia preso fuoco: devo versarci sopra dell’acqua per spegnere l’incendio?

Un bicchiere d’acqua non è sufficiente per spegnere un incendio, perché l’acqua contiene ossigeno. Se si usa troppa poca acqua, si può addirittura avere l’effetto contrario. Fondamentalmente è meglio spegnere un incendio con una coperta piuttosto che con poca acqua.

Nel camion dei pompieri, l’acqua è mescolata con un liquido ritardante che rallenta la propagazione dell’incendio.

Allarme antincendio!

Se non sono riuscito a spegnere il fuoco rapidamente, cosa devo fare?

La prima cosa da fare è portare al sicuro le persone presenti. Se ci sono diversi adulti, uno può assicurarsi che tutti lascino la stanza, mentre un altro compone il 118 per chiamare i vigili del fuoco. Ricordatevi anche di informare i vicini, in modo che anche loro possano mettersi in salvo.

Una volta che tutti i presenti sono al sicuro e che la chiamata d’emergenza è stata fatta, se l’incendio è ancora contenuto, si può cercare un estintore e usarlo per domare le fiamme. Ma attenzione: la via di fuga deve rimanere sempre libera. È importante non fare gli eroi se non si è sicuri di uscirne indenni!

Non puntare l’ugello dell’estintore al centro dell’incendio, ma prima sull’area esterna. Spruzzare l’agente estinguente facendo dei cerchi dall’esterno verso l’interno fino a raggiungere il centro del fuoco. Se si vuole estinguere un incendio, non si inizia mai dal punto in cui è scoppiato. Spegnere sempre prima gli incendi circostanti per evitare che il fuoco tagli la via di fuga.

Un ultimo consiglio?

Ha un ultimo consiglio per i nostri lettori?

Non è una leggenda: in particolare a Natale e a Capodanno si deve essere molto prudenti. È infatti necessario stare attenti, da un lato, a causa del maggiore consumo di elettricità tipico di questo periodo e, dall’altro, perché le candele accese non dovrebbero mai essere lasciate incustodite. Un incendio durante i giorni festivi non è facile da affrontare neanche emotivamente. Quindi state all’erta: per la vostra sicurezza e per quella dei vostri cari!

Per giorni festivi spensierati

Un grande grazie ad Antonio Sanchez per le spiegazioni e i preziosi consigli!

Se non siete certi di essere adeguatamente assicurati contro i rischi d’incendio in casa, contattate un consulente della Basilese Assicurazioni. I nostri collaboratori saranno lieti di aiutarvi a fare il punto della situazione.

Un’ultima osservazione: i danni dovuti a un incendio causato per negligenza grave, come lasciare una candela accesa incustodita, non sono sempre coperti dall’assicurazione economia domestica. Con il modulo aggiuntivo Senza preoccupazioni per la vostra assicurazione economia domestica, potrete dormire sonni tranquilli, perché vi protegge anche in caso di danni causati da atti di negligenza.

Assicurazione economia domestica con modulo Senza preoccupazioni

Protezione a 360°

Di vostro eventuale interesse

Come possiamo aiutarti? Top