Casa e proprietà

Come mantenere le vostre piante con facilità

Nella seconda metà di maggio, dopo i santi di ghiaccio ha inizio la stagione delle piante. Potete mettere a dimora sul balcone o in giardino piantine, ortaggi ed erbe aromatiche che avete fatto crescere al caldo. Prendetevi cura delle piante e proteggetele dal gelo notturno con i nostri consigli.

I tre santi di ghiaccio

Pancrazio, Servazio e Bonifacio

I giardinieri amano i detti contadini come «Guardati dalle gelate notturne finché non son trascorsi i santi di ghiaccio» con cui si fa riferimento ai Santi Pancrazio, Servazio e Bonifacio, portatori di gelate notturne fino al 15 maggio, giorno in cui si considera concluso il periodo freddo. Effettivamente a maggio arrivano spesso ondate di freddo con brinate o gelate. Ma secondo l’Ufficio federale di meteorologia e climatologia, il rischio di gelo non è più alto che a inizio o fine maggio. Possono sopraggiungere ondate improvvise di freddo perfino a giugno, in particolare durante il freddo delle pecore dal 4 al 20 del mese.

Prima dei santi di ghiaccio

Attenzione alle possibili gelate notturne!

Nonostante vi sia il rischio di gelate, alcune piante possono già stare fuori la notte anche prima di metà maggio. Ad esempio le pratoline, le primule o le viole del pensiero. Così come le piante a fioritura precoce come scille, giacinti, mughetti, campanellini, ranuncoli, anemoni, tulipani o aglio ornamentale. Alcune varietà di verdure possono sopravvivere anche a brevi gelate notturne: piselli, carote, crescione, radicchi o spinaci.

Dovreste comunque proteggere le piante dal freddo, perché brusche oscillazioni di temperatura potrebbero danneggiarle. Per isolarle è sufficiente usare un tessuto antigelo o dei rami secchi. Ricordate che durante la fase di crescita le piante hanno bisogno di molta luce per rinforzarsi. Se le proteggete con una pellicola, assicuratevi che al di sotto non si formino umidità o ristagni d’aria.

Dopo i santi di ghiaccio

Ora ha inizio la stagione delle piante

Finalmente potete mettere a dimora tutte le piantine di ortaggi, di erbe aromatiche o di altri tipi che avete fatto crescere al caldo e piantarle in vasi da balcone, aiuole o fioriere rialzate. Le piantine di ortaggi come broccoli, finocchi, bietole, cavoli o porri e insalate risentono tuttavia del freddo, per cui nelle notti di gelo occorre sempre proteggerle. Lo stesso vale per gli arbusti di bacche, che potete piantare sempre, tranne che nei periodi di gelo. In particolare more, fragole e ribes non richiedono molte cure.

A metà maggio potete togliere le vostre piante da vaso mediterranee, tropicali o subtropicali dal loro ricovero invernale e metterle sul balcone, in giardino o sulla terrazza. Se una pianta produce germogli, è bene proteggerla dal freddo usando del tessuto antigelo o dei rami secchi oppure metterla al caldo. Ricordate che, dopo le giornate buie dell’inverno, le piante devono riabituarsi al sole.

Piante delicate

Andate sul sicuro

Sono possibili gelate notturne fino a metà giugno, per cui se avete piante delicate come begonie, dalie, gerani, gladioli, oleandri o petunie, dovreste piantarle tardi oppure proteggerle con del tessuto antigelo nel caso in cui di notte le temperature calino notevolmente. Le piantine di melanzane, fagioli, cetrioli, sedano rapa, peperoni, radicchi, pomodori o zucchini vanno protette con del tessuto antigelo, mentre le erbe aromatiche come basilico, prezzemolo ed erba cipollina vanno tenute al caldo nei vasi.

I fiori estivi come gazanie, gerani, bidens, margherite, petunie, tageti, verbene e lantane sono estremamente sensibili al freddo e non sopportano affatto il gelo. È quindi indispensabile proteggerli con un tessuto antigelo o una pellicola o, ancora meglio, sistemarli in casa o in appartamento in un punto caldo e luminoso finché non vi è più il rischio di gelate notturne.

Cura delle piante in estate

Godetevi l’aria aperta

In estate avete meno da fare. In realtà, dovete solo innaffiare le piante. Invece di farlo tutti i giorni, è preferibile una o due volte la settimana, ma in abbondanza. A meno che piova: in tal caso potete farne a meno. Attenzione: innaffiando troppo spesso, nonostante il caldo estivo si formano ristagni d’acqua che attirano parassiti e costituiscono un brodo di coltura per malattie, muschi e funghi.

Prendersi cura del giardino in estate significa, oltre che innaffiare, anche fare ordine. Staccate con regolarità i fiori appassiti in modo che le vostre piante ornamentali possano rifiorire e preparate il giardino e le piante per i mesi invernali. Se avete delle siepi o degli alberi da frutto, dovreste potarli affinché possano germogliare. Ma d’estate il vostro principale compito è quello di godervi il bel tempo e le vostre piante.

Consigli per la cura delle piante

Identifier et bien entretenir les plantes

Avete delle piante che non conoscete in casa, sul balcone o in giardino oppure cercate dei consigli per prendervene cura? Con il gestore piante online di Houzy potete identificare le piante da interno e da esterno che non conoscete in due semplici passi:

  1. Fotografate la pianta con lo smartphone.
  2. Caricate la foto. Fine.

Un algoritmo confronterà la vostra immagine con quelle della banca dati e identificherà la vostra pianta in pochi secondi. Inoltre, riceverete consigli utili per la cura. Registrandovi a Houzy gratis e senza impegno, potete memorizzare tutte le piante e ricevere automaticamente un promemoria quando, ad esempio, è ora di concimare o di potare. Con la cura intelligente delle piante è semplicissimo prendersi cura delle piante nel modo giusto. Anche se non avete il pollice verde…

Attenzione alle neofite!

Riconoscere e combattere le piante invasive

Le neofite sono piante invasive non autoctone. Seppure innocue nella maggior parte dei casi, alcune si propagano velocemente e in grande quantità, perché nella loro nuova casa non hanno nemici naturali. Come il sommacco americano, l’albero del paradiso, il lauroceraso o la buddleja, che scalzano le nostre piante native mettendo a repentaglio la biodiversità. Alcune possono addirittura essere pericolose per gli esseri umani e gli animali.

Molte neofite invasive erano state originariamente introdotte nei giardini come piante ornamentali. Data la loro efficienza nel fecondarsi, è importante combatterle affinché non si diffondano ulteriormente. Il controllo neofiti di Houzy, che funziona come la cura delle piante online, vi consente di identificare le piante non autoctone e di ricevere consigli su come combatterle efficacemente.

Houzy rende semplice l’abitazione di proprietà

La Baloise è partner strategico di Houzy, la start-up che sviluppa la piattaforma leader per i proprietari di abitazioni in Svizzera con solidi partner, tante conoscenze specialistiche e una community in rapida crescita. Il suo ecosistema aperto integra applicazioni online semplici da usare come la valutazione dell’immobile e il calcolatore solare, inoltre fa incontrare proprietari di abitazioni e artigiani con un solo clic.

Di vostro eventuale interesse

Rivista
Come possiamo aiutarti? Top