Casa e proprietà

Come riarredare le stanze libere

I figli lasciano il nido, la casa si svuota. Ecco alcune idee per sfruttare al meglio gli ambienti liberi.

Riallestire e utilizzare gli ambienti vuoti

begehbarer_kleiderschrank

Potrà sembrare uno stereotipo, ma quando i figli se ne vanno a vivere per conto proprio, i genitori colgono l’occasione per ricavarsi più spazio tutto per loro. Mamma e papà espandono il loro regno creando, per esempio, uno studio o una stanza per gli hobby dove dare libero sfogo alla propria creatività. Per trasformare la cameretta nella stanza per stirare e cucire, ad esempio, generalmente basta pitturare le pareti e procurarsi l’arredo specifico. Un pavimento in laminato o parquet rende più facile eliminare pelucchi e fili con l’aspirapolvere.

La cabina armadio
Molto in voga è anche la trasformazione in stanza guardaroba. Questo tipo di ambiente è ideale per riporre tutte quelle cose che non si usano ogni giorno. Per gli indumenti, le coperte estive e invernali e le valige bastano alcuni semplici scaffali e degli appendiabiti. Oppure si possono abbinare armadi e cassettoni. Specchio a tutta altezza, sedia, indossatore e toeletta completano la stanza guardaroba, che idealmente è attigua alla camera da letto.

Ampliare il soggiorno
Se la stanza vuota è attigua al soggiorno, i due vani possono essere uniti in un salone, abbattendo una parete e inserendo una porta scorrevole. Avrete così un ambiente ideale per organizzare pranzi e cene e accogliere i vostri ospiti, eventualmente davanti a un bel camino. Perché la stanza non appaia troppo lunga, la parete frontale può essere rivestita con una carta da parati strutturata o pitturata con un colore. I colori devono essere sempre abbinati in modo armonioso alla tonalità di base delle altre stanze, per rafforzare l’immagine d’insieme.

Arredare la camera degli ospiti

mann_streicht_zimmer

I figli vivono per conto loro, ma tornano con i nipotini. Meglio quindi allestire una camera per ospitarli. Solitamente quella che era stata la loro camera viene trasformata in stanza degli ospiti. Tra una visita e l’altra, la stanza può essere usata come biblioteca: è sufficiente appendere qualche scaffale alla parete e sistemare un divano letto, sui cui potrete trascorrere ore gradevoli immersi nella lettura.

A misura d’anziano
La trasformazione della stanza dei giochi è l’occasione per riflettere anche sull’età che avanza. In fase di ristrutturazione è bene prevedere un’illuminazione a misura d’anziano e rimuovere tutte le possibili cause d’inciampo.

Se il bagno è accanto all’ex camera dei figli, può essere ampliato in una stanza da bagno priva di barriere. L’abbattimento della parete divisoria permette di ricavare più spazio per muoversi agevolmente, di installare una vasca e una doccia separate o di renderle più spaziose. Se gli allacciamenti dell’acqua e i tubi di scarico sono nelle vicinanze, la cameretta può essere trasformata anche in un secondo bagno.

Valore locativo e sottoutilizzo
Se i figli hanno lasciato il nido o il partner è venuto a mancare, è possibile dedurre dal valore locativo imponibile le stanze effettivamente non utilizzate. Questo serve a impedire che gli anziani siano costretti a vendere la propria abitazione per motivi esclusivamente fiscali. Tuttavia la legge disciplina la materia in modo chiaro. Inoltre, l’onere della prova del diritto alla deduzione spetta unicamente al contribuente. Di solito è sufficiente indicare il sottoutilizzo nella dichiarazione d’imposta. In caso di dubbi, tuttavia, l’autorità fiscale ha facoltà di eseguire un controllo sul posto o di richiedere una conferma scritta.

Stipulare l’ipoteca online

Di vostro eventuale interesse:

Ha delle domande? Top