Casa e proprietà

Tutto per un fantastico party nell’alloggio condiviso

Tutto per un fantastico party nell’alloggio condiviso: ecco come organizzarlo

Se sei in preda allo stress universitario o il lavoro ti sottrae anche le ultime energie, è ora di prendere fiato. Per alcuni la soluzione è lo sport, altri preferiscono un party. Trascorrere del tempo con gli amici aiuta a staccare la spina, a riprendersi e a ricaricare le batterie. Che ne dici allora di un fantastico party nel tuo alloggio condiviso? L’inizio del semestre, la fine degli esami, nuovi coinquilini, compleanni e semplicemente perché si ha voglia: festeggiare è sempre una buona idea! Se i tuoi coinquilini sono d’accordo, basta solo seguire questi pochi consigli per assicurarsi la migliore riuscita del party nell’alloggio condiviso.

#Elenco degli invitati

Decidete insieme chi invitare e verificate se condividete la filosofia «Più si è meglio è». Un gruppo eterogeneo di compagni di studi, amici, colleghi di lavoro oppure meglio pochi intimi? Gli invitati devono sapere se possono portare qualcuno. Indipendentemente da quanto sia grande o piccolo l’alloggio condiviso, negli spazi ristretti si fa conoscenza più rapidamente e in quattro e quattr’otto si rompe il ghiaccio. Mescolati sempre tra gli invitati e presenta i nuovi arrivati al gruppo, soprattutto se vengono da soli e non conoscono nessuno. Così si creerà un’atmosfera accogliente e si troveranno argomenti di conversazione.

#Partytunes

Non c’è festa senza musica. Sia per il sottofondo iniziale sia per ballare a un’ora più avanzata, occorre assolutamente della buona musica. Questo è importante se lo scopo non è solo passare una piacevole serata in compagnia, ma la festa deve durare fino al mattino. Chi non ha un amico DJ e non vuole passare tutta la sera a scegliere i brani, può preparare anticipatamente alcune belle playlist. In alternativa, puoi anche affidare la scelta della musica agli ospiti: a turno potranno collegare i loro smartphone con il bluetooth o un  cavo all’impianto stereo o agli altoparlanti e far ascoltare la propria musica. Così i gusti di tutti saranno accontentati!

#Non dimenticare i vicini

Il buon umore, la musica e le risate sono segnali di una festa ben riuscita, ma i vicini magari la pensano diversamente. Se si fa parecchio rumore, lo stress è garantito, a meno che non provvediate in anticipo. A seconda del tipo di rapporto, potete invitare i vicini alla festa. Altrimenti, per dare un segno di buona educazione qualche giorno prima potete mettere sulla porta d’ingresso un simpatico avviso scritto, in cui annunciate che alla data prevista ci sarà una festa e chiedete comprensione e tolleranza. Se uno dei vicini dovesse essere disturbato dal rumore, può telefonare o suonare alla porta. Come gesto di cortesia potete anche allegare qualche pacchetto di tappi per le orecchie all’avviso. Scommettiamo che gli strapperà un sorriso?

#Snack e bevande

Per far sì che tutti si sentano a proprio agio e il party non finisca troppo presto, perché gli ospiti stanno lì seduti, assetati e con lo stomaco che brontola, le scorte devono essere sufficienti. Snack, fingerfood presto pronto o prodotti surgelati come pizzette e brioches salate non incidono troppo sul portafoglio degli studenti e si preparano e servono alla svelta. Avete un motto per il party? Ad esempio per «Birre da tutto il mondo» potete organizzare un bar con una vasta scelta di birre o chiedere agli invitati di portare qualche bottiglia del loro tipo preferito. Per il «X-Mas» party potete sorprendere gli ospiti con un vin brulé fatto da voi. Date libero sfogo alla fantasia.

#Postumi della sbornia e altri problemi

Prevenire è sempre meglio che curare. Per evitare un brutto risveglio il giorno dopo, oltre a bere molta acqua c’è anche la assicurazione economia domestica younGo. Si tratta di un pratico prodotto della Basilese Assicurazioni composto da un’assicurazione mobilia domestica e una polizza di responsabilità civile privata per giovani sotto i 30 anni che garantisce copertura a tutti quelli che vivono sotto lo stesso tetto del partner contrattuale, senza distinzione di età.

Un party in un alloggio condiviso può degenerare rapidamente. Macchie di bevande sul tappeto o sul sofà, bruciature alle tende, un vetro rotto ... Qualunque cosa accada non deve guastare il buon umore. Gli oggetti rotti o danneggiati sono in gran parte coperti, a seconda dei casi, da un’assicurazione responsabilità civile di privati o da un’assicurazione mobilia domestica. Per qualsiasi domanda potete contare sulla nostra consulenza.

Assicurazione domestica

Proteggete ciò che amate e vi sta cuore

Di vostro eventuale interesse:

Rivista
Ha delle domande? Top