Casa e proprietà

Un’abitazione di proprietà a misura di anziano

Chi acquista un’abitazione di proprietà deve pensare anche al futuro. Un’abitazione senza barriere permettere di vivere più a lungo in autonomia.

Assenza di barriere: utile non solo per gli anziani

Considerato l’andamento demografico, in futuro sempre più persone avranno bisogno di appartamenti senza barriere. Per questo puntare su un appartamento senza barriere è un buon investimento nel lungo termine. Chi acquista un’abitazione di proprietà oggi deve pensare anche al futuro. Sempre più gli anziani devono lasciare il loro quartiere solo perché è difficile eliminare le barriere dal loro appartamento con interventi successivi. Chi pensa al domani già in fase di acquisto o di costruzione può prevenire tale situazione. Inoltre ciò che risulta essenziale per anziani o persone che dipendono da deambulatori e sedie a rotelle, spesso risulta comodo e pratico anche per persone più giovani. Ecco alcuni semplici consigli su come considerare l’assenza di barriere e la pianificazione a misura d’anziano in fase di acquisto di un immobile, in caso di nuova costruzione o di ristrutturazione della vostra abitazione di proprietà.

Piano e ascensore

Gli appartamenti a pianterreno sono i più facili da raggiungere, ma spesso sono meno attraenti dei piani alti perché meno luminosi e più esposti al rischio di effrazione. Un ascensore permette il facile accesso a tutti i piani, anche se rende naturalmente più cara la proprietà per piani e genera costi d’esercizio che vengono proporzionalmente suddivisi tra i proprietari dell’immobile. Forse siete ancora giovani e pensate di non aver bisogno di un ascensore fino al secondo piano. Ma sarà così anche tra 20 anni?

Gli stabili vecchi senza ascensore risultano spesso poco pratici già per le giovani famiglie dei piani alti. Spesso nel vano scale non c’è spazio per lasciare il passeggino o la bici dei bambini. Per mamma e papà ciò significa dover portare su e giù dal loro appartamento i vari accessori. Pensate poi che i vostri genitori riescono ad accudire i vostri figli a casa vostra solo se l’appartamento è facilmente raggiungibile.

Chi vuole vivere autonomamente nel proprio appartamento anche durante la vecchiaia deve essere in grado di raggiungere l’appartamento e muoversi al suo interno da solo. Tra l’altro, una gamba ingessata o una caviglia slogata possono essere l’occasione per farvi apprezzare i vantaggi dell’assenza di barriere anche in giovane età.

Frau mit Enkelin

Bagno senza barriere

La strutturazione di un bagno senza barriere dipende dalle esigenze della persona su sedia a rotelle. In ogni caso, prevede un piatto doccia a livello pavimento e una vasca con accesso su sedia a rotelle. I WC devono trovarsi a un’altezza tra i 46 e i 48 centimetri, affinché le persone su sedia a rotelle possano passare facilmente dalla sedia alla seduta dal WC. In realtà, le sedute WC più alte sono generalmente più comode di quelle basse anche per le persone più giovani. È poi molto importante anche la presenza di sufficienti ripiani per gli oggetti. Un bagno senza barriere in una casa unifamiliare su più piani si trova sempre al piano d’accesso dell’abitazione. Sostegni e sedute da doccia possono essere eventualmente aggiunti anche in un secondo momento. L’ampiezza di passaggio delle porte, invece, risulta difficile da allargare successivamente: la larghezza minima dovrebbe essere di 90 cm.

Accesso all’abitazione

L’accesso dovrebbe essere a livello pavimento. Già un singolo gradino può rappresentare un ostacolo insormontabile in caso di limitazione fisica. Se l'accesso è ostacolato da pochi gradini è possibile realizzare una rampa. Gli immobili da sogno su terreni in pendenza spesso non sono idonei. Dal punto di vista dell’accesso alla casa ci sono due varianti. Nel caso delle abitazioni a valle rispetto alla strada spesso è possibile creare un accesso a livello pavimento e senza barriere. Le barriere d’accesso delle case rialzate rispetto alla strada, invece, possono essere eliminate in modo dispendioso con un ascensore. Alla lunga portare in una di queste case la spesa, il bambino e il passeggino diventa faticoso anche per i giovani genitori.

La pianificazione a misura di anziano va oltre l’assenza di barriere

Un sondaggio del 2015 della società di consulenza Wüest & Partner in collaborazione con NZZ ha rivelato che le persone anziane vogliono vivere in autonomia e decidere per loro stessi anche con l’avanzare dell’età. Fondamentale però non è solo l’assenza di barriere nell’appartamento, ma anche la sua posizione e il suo collegamento con le infrastrutture: in concreto gli anziani auspicano un buon collegamento con i mezzi pubblici, buone possibilità per fare acquisti e vicinanza al medico.

Per questo, con l’avanzare dell’età, parecchi anziani scambiano la loro casa unifamiliare con un appartamento di proprietà. Spesso gli anziani tra i 65 e i 79 anni preferiscono appartamenti in quartieri residenziali centrali. Nell’ultima fase della loro vita, dunque, alcune persone tornano a vivere in città perché lì trovano esattamente ciò che spesso mancava loro in campagna: appartamenti senza barriere e tutto ciò di cui hanno bisogno a poca distanza.

Di vostro eventuale interesse:

Ha delle domande? Top