Oggetti di valore e elettronica

Sei ragioni per amare i festival

I migliori amici, la musica e tanto divertimento: per molti i festival sono l’essenza dell’estate, come il sole.

Mentre per alcuni l’idea di campeggiare con sconosciuti, doversi servire di WC mobili e sprofondare addirittura nel fango è a dir poco impensabile, ogni anno migliaia di persone sono attratte dai festival, molti dei quali sono veri e propri cult in Svizzera: dagli open air di San Gallo, Frauenfeld o Gampel, passando per Montreux Jazz fino al recente Zürich Openair. In Svizzera c’è un festival per ogni gusto e per ogni genere, di solito senza dover percorrere troppi chilometri. Da giugno a settembre, in molte regioni si svolgono diversi festival, piccoli e grandi. Per uno o più giorni, compreso il pernottamento in loco: sono tanti i motivi per partecipare a un festival quest’estate.

#1 Con le persone più care

I ricordi sono ancora più belli se riguardano momenti vissuti col le persone che abbiamo più a cuore. Partecipare a un festival con gli amici significa poter raccontare aneddoti divertenti per molti anni a venire. Stare in compagnia con persone di buon umore permette anche di fare più facilmente nuove conoscenze. Stando in fila al bar o montando la tenda è facile mettersi a parlare con gli altri, perché si ha già qualcosa in comune: l’amore per la musica, per l’avventura del campeggio o l’entusiasmo per una festa esagerata. Qui si trovano molte persone con i nostri stessi interessi e, a seconda della situazione, anche “compagni di sventura” che riescono a vedere tutto con grande umorismo.

#2 Immersi in una natura idilliaca

Certo, dovendosi spostare carichi di roba, raggiungere il remoto luogo del festival potrebbe sembrare un’odissea nello spazio. La location è da qualche parte nel mezzo del nulla, per lo più nel cuore della natura, circondata da montagne, foreste e ruscelli. Ma è proprio qui che si può ascoltare al meglio la musica dal vivo senza disturbare i residenti del posto. E quando ne avete abbastanza del trambusto, potete appartarvi e godervi il paesaggio. Va da sé che la natura e l’ambiente che fanno da cornice al festival devono essere rispettati.

#3 Buona musica

Uno dei motivi più importanti in assoluto per visitare un festival è naturalmente la musica. Oltre i confini linguistici, tocca i cuori, ci fa sognare ed evoca emozioni. Soprattutto la musica dal vivo ha qualcosa di elettrizzante. Quando i bassi pervadono tutto il corpo, ci muoviamo spensierati al ritmo della musica e ci lasciamo guidare dalla folla in un rapimento collettivo, la sensazione di felicità è completa. I festival offrono l’opportunità di ammirare dal vivo i propri idoli e le loro esibizioni più note ma anche, allo stesso tempo, di scoprire nuovi promettenti artisti.

#4 Cibo da tutto il mondo

Soprattutto coloro che si trattengono più giorni e i camperisti sono attrezzati con molti snack come patatine, dolciumi e frutta secca. I più ambiziosi tra loro riscaldano cibo in scatola o pietanze semplici su un fornellino davanti alla tenda. Cucinare in un ambiente rustico può essere un’esperienza divertente, ma non è niente male neppure consumare qualcosa di gustoso e già pronto. Gli stand gastronomici attirano da lontano con i loro odori e anche la lunga coda non scoraggia nessuno dal provare prelibatezze provenienti da tutto il mondo. Curry piccante dall’indiano, speziate fajitas dal messicano, pasta semplice ma sempre buona o l’immancabile kebab: probabilmente l’offerta gastronomica dei festival non è delle più sane, ma qui vige il motto “Yolo” (you only live once), dunque è lecito divorare il proprio piatto preferito senza alcun rimorso.

#5 Vivere il momento

L’attesa del festival è durata tutto l’anno: i biglietti sono stati acquistati con largo anticipo per approfittare dello sconto, il grande evento è stato fonte di motivazione durante lo studio e gli esami, si è messo da parte il denaro necessario e finalmente è giunto il momento di godersi il festival preferito. Perché l’anticipazione non sia più bella dell’esperienza reale è meglio non fantasticare troppo ma piuttosto godersi il momento. E questo ci porta all’ultimo motivo...

#6 Giovinezza e spensieratezza

L’estate è ancora all’inizio e ha ancora tanti bei momenti da regalare. Per fortuna possiamo fare qualcosa perché niente li rovini. Non è necessario lasciare a casa lo smartphone e gli altri oggetti di valore solo perché si ha paura di perderli o danneggiarli. È consigliabile portare sempre con sé smartphone, portafogli e altri oggetti di valore, come ad esempio una macchina fotografica, e non lasciarli mai in tenda. Il tutto può trovare posto in un marsupio, che tra l’altro è tornato di moda.

Alcuni consigli preziosi per proteggere il proprio smartphone: annotare il numero IMEI del dispositivo e per la durata del festival utilizzare come sfondo lo screenshot dei propri dati di contatto. Così, se il dispositivo smarrito finisce in mani oneste o viene consegnato all’ufficio oggetti smarriti, il proprietario può essere contattato facilmente o per lo meno dispone del numero IMEI se desidera segnalare il furto alla polizia.

Stipulare l’assicurazione cellulare e oggetti di valore

Nonostante tutti gli accorgimenti può succedere di perdere qualcosa nei luoghi molto affollati e purtroppo non si possono mai escludere i furti. Stipulare l’assicurazione cellulare e oggetti di valore su baloise.ch offre molti vantaggi: può essere conclusa per singoli oggetti, pagando così solo per l’oggetto cui si tiene particolarmente.

Le persone che riescono a godere del momento senza troppi pensieri per il futuro sono particolarmente soddisfatte della loro vita. E chi non vorrebbe esserlo?

Oggetti e elettronica

Di vostro eventuale interesse:

Rivista
Ha delle domande? Top