Oggetti di valore e elettronica

Usanze di matrimonio nel mondo e in Svizzera

È senza dubbio uno dei giorni più belli della vita degli sposi: il proprio matrimonio. Nella sua organizzazione si investe molto tempo e non si bada a spese, dopo tutto non ci si sposa tutti i giorni e si desidera che tutto sia perfetto. Quando si dà così tanta importanza a un giorno, che deve essere all’altezza delle proprie ambizioni e al contempo soddisfare le aspettative degli altri, lo stress è inevitabile. Allora è comprensibile che sempre più coppie decidano di non rispettare tutti i costumi e le tradizioni legati al matrimonio. Dalla proposta di matrimonio, all’anello di fidanzamento, fino al lancio del bouquet della sposa: scoprite le usanze di matrimonio che fanno parte della tradizione dei vari paesi e il loro significato. Quante di queste usanze avete rispettato voi o avete visto a un matrimonio?

Usanze di matrimonio nel mondo

Pur essendoci alcune tradizioni universali legate al matrimonio, ogni paese e ogni cultura ha le proprie usanze che iniziano già dalla proposta di matrimonio. Questa proposta è da sempre e praticamente ovunque nel mondo (ancora) una questione meramente maschile. Nell’immaginario romantico deve essere fatta in ginocchio e con un anello di diamanti scintillante.

In un’epoca in cui la parità dei sessi è oggetto di animate discussioni, stupisce che le proposte fatte dalle donne rappresentino ancora l’eccezione. Nonostante le trasformazioni sociali, per molte persone tradizioni e rituali sono evidentemente ancora molto importanti. Ma in una regione dell’Europa settentrionale le donne se ne infischiano della tradizionale divisione dei ruoli e si avvalgono invece di un’altra tradizione: in Gran Bretagna, soprattutto in Irlanda, ogni 29 febbraio accade qualcosa di particolare. Tutti gli anni bisestili sono le donne a chiedere la mano del loro amato. Secondo la tradizione irlandese, gli uomini devono acconsentire, altrimenti diventano debitori nei confronti delle donne. Secondo la leggenda, questa usanza di matrimonio risale a San Patrizio che scelse questo giorno, allora non previsto dalla legge, per concedere anche alle donne il diritto di fare la proposta di matrimonio.

Vi siete mai chiesti perché la proposta di matrimonio si fa in ginocchio? Questa tradizione è perfino più antica di quella degli abiti da sposa bianchi. Secondo gli storici, l’uomo (o la donna) in questo modo esprime il proprio rispetto. Inginocchiarsi è infatti, soprattutto nel contesto cristiano, un segno di umiltà e rispetto. Nel Medioevo mettendosi in ginocchio i cavalieri esprimevano la propria lealtà. Oggi questo gesto è considerato romantico e rappresenta una scena immancabile nei film. Ma, come ogni tradizione, anche questa è sempre più considerata antiquata e sempre più spesso messa da parte.

Chi sarà la prossima?

Se partecipate a un matrimonio da single, inesorabilmente vi verrà chiesto quando vi deciderete anche voi a fare il grande passo. Così, nonostante la vostra reticenza, vi ritroverete affettuosamente spinti tra coloro che si contendono il bouquet della sposa. Perché poi la sposa ha un bouquet per la cerimonia nuziale? Questa usanza risale al periodo rinascimentale e originariamente aveva una funzione pratica: la scarsa igiene personale di quell’epoca e il forte odore d’incenso nelle chiese creavano un cattivo odore. Non di rado le spose svenivano perfino. Un bouquet di fiori preveniva eventuali mancamenti diffondendo un profumo dolce. Rinunciare a questa tradizione oggi sarebbe pressoché impensabile. L’usanza del lancio del bouquet della sposa è particolarmente popolare in Europa e in America. Secondo questa tradizione, la donna che afferra il bouquet sarà la prossima sposa.

Non solo il bouquet ma anche un altro accessorio della sposa viene interpretato come un auspicio di matrimonio imminente. In Turchia e in Grecia, le spose scrivono i nomi delle loro amiche nubili sulle suole delle loro scarpe da sposa. Le amiche i cui nomi non si leggono più al termine di una serata di balli possono sperare di sposarsi presto.

Usanze di matrimonio in Svizzera

Anche in Svizzera ci sono molte usanze di matrimonio che, a stretto rigore, non hanno sempre origine svizzera, ma senza le quali sarebbe difficile immaginare un matrimonio qui da noi. Una di queste usanze è, ad esempio, il “tunnel nuziale”, che gli sposi attraversano per simboleggiare il superamento degli ostacoli insieme. I colleghi di lavoro o i compagni di squadra si dispongono su due file per formare un tunnel davanti alla chiesa o al municipio. La coppia di sposi cammina attraverso il tunnel creato tenendo in alto, ad esempio, palloni da calcio, racchette da tennis o sci, a seconda dell’hobby della sposa o dello sposo.

Il “taglio del tronco” è in realtà un’usanza bavarese, importata in Svizzera dal nostro vicino settentrionale. Anche questa usanza simboleggia le sfide della futura vita matrimoniale. Il momento clou: alla coppia di sposi viene data una sega dalla lama poco tagliente per segare in due, insieme, un tronco d’albero. Con questa usanza la coppia di sposi mostra come si superano gli ostacoli insieme, mentre gli ospiti si divertono un mondo. 

Tesoro prezioso

Il matrimonio celebra la vostra relazione e la vita insieme, ma il vero tesoro è e sarà l’amore tra due persone. Tuttavia vi suggeriamo di pensare per tempo a stipulare un’assicurazione oggetti di valore, per i vostri anelli di fidanzamento, le fedi nuziali, o i regali di valore come un orologio o un cimelio di famiglia. Se avete già un’assicurazione oggetti di valore dovete soltanto inserirvi i nuovi oggetti. Saremmo lieti di darvi informazioni sulle possibilità a vostra disposizione.

Di vostro eventuale interesse:

Rivista
Ha delle domande? Top