Previdenza e patrimonio

Consigli per letture ispiranti

Vi proponiamo la lettura di tre libri avvincenti che affrontano il tema dell’eredità in modi diversi.

Addio, morte e caducità

Un erede particolare, un lascito di famiglia e una misteriosa eredità

I tre titoli, “Das Scheusal”, “Thallium” e “Himmlische Juwelen” hanno tutti qualcosa in comune. Tutti e tre raccontano di un’eredità, ma nessuna di queste è un’eredità facile.

Che siate lettrici accanite o solo occasionali, oppure ancora critiche letterarie esordienti, lasciatevi ispirare dai nostri consigli di lettura. Sicuramente troverete qualcosa che fa per voi.

Alice Herdan-Zuckmayer: Das Scheusal

Questa storia di un’eredità particolare ha inizio a Vienna, poco prima dell’avvento al potere da parte dei nazisti. Dalla zia eccentrica, Alice Zuckmayer eredita gioielli, una pelliccia e purtroppo anche il cane più brutto che sia mai esistito. L’«incrocio tra pipistrello, volpe del deserto e facocero» si chiama Muck e diviene l’amato (odiato) compagno della famiglia, in fuga dal regime nazista.

Anche se non siete amanti dei cani, Muck vi conquisterà. Nonostante la tragicità dell’argomento, il romanzo autobiografico è divertente e ricco di umorismo.

Javier Sebastian: Thallium

II romanzo del 2015 dello spagnolo Javier Sebastian è avvincente sin dalla prima pagina. La redattrice Fatima Moreo viene attaccata da un adirato pensionato, che sembra conoscere sia lei sia suo padre, il General Moreo. L’attacco avviene una settimana dopo la misteriosa morte di quest’ultimo. Alla ricerca di risposte, Fatima si rivolge alla madre, una riservata commerciante di tartufi, che in realtà non è così innocente come sembra. Ben presto vengono alla luce vecchie cordate delle forze armate spagnole e francesi, risalenti all’epoca del colonialismo.

Nel romanzo, che intreccia fatti storici ed eventi fittizi carichi di tensione, il confine tra passato e presente è in continuo movimento. Una lettura davvero avvincente per lettrici esigenti con una preferenza per i risvolti storico-politici.

Donna Leon: Himmlische Juwelen

«Finalmente un giallo senza morti», commenta euforicamente un lettore su Amazon a proposito di questo romanzo del 2012. Si tratta di un libro atipico per Donna Leon: in via eccezionale, la celebre autrice dei gialli veneziani mette da parte il Commissario Brunetti per affidare la ricerca degli indizi alla musicologa Caterina Pellegrini. L’esperta e appassionata di musica deve eseguire una perizia su due casse rinvenute nella Fondazione Musicale Italo-Tedesca, contenenti l’eredità del compositore barocco Agostino Steffani. Ma i suoi clienti, due misteriosi cugini eredi di Steffani che rivendicano il diritto ai “gioielli celestiali” (dal titolo del libro Himmlische Juwelen), le rendono la vita piuttosto complicata. Dalle sue ricerche emergono alcuni enigmi. Steffani era un assassino? Oppure solo una pedina al servizio dei potenti?

Un giallo da non perdere per i fan di Donna Leon, nonostante l’assenza di Brunetti. Stavolta l’autrice lascia il ritmo incalzante del giallo per dare spazio a una scrittura più pacata. Piacerà soprattutto alle amanti della musica, magari con l’hobby della storia.

Life Coach

Life Coach

Mancare all’improvviso: l’aiuto del Life Coach

I nostri Life Coach affiancano i superstiti durante la difficile fase del lutto

Di vostro eventuale interesse:

Ha delle domande? Top