Veicoli e viaggi

Guideline per l’acquisto di una e-bike

Quale modello? Quale batteria? Quale velocità? In breve: quale e-bike dovrei scegliere? Secondo quali criteri si confrontano i diversi modelli? Un esperto ci consiglia come scegliere la bicicletta elettrica ideale.

Un professionista di e-bike

Loran Voirin è amministratore di Veloland a Montagny-près-Yverdon. Dalla mountain bike fino alla bicicletta elettrica: questo appassionato fan delle due ruote conosce alla perfezione la sua gamma di offerte.

70 e-bike diverse: l’imbarazzo della scelta

Andiamo a trovarlo nel suo negozio, dove sono esposte quasi 70 e-bike. Alcune hanno un aspetto leggero ed elegante, altre sembrano piuttosto robuste e pesanti. Al centro dell’esposizione troneggia persino un tandem elettrico. In poche parole, la scelta è impressionante!

Secondo quali criteri si sceglie una e-bike?

Come trovare la bicicletta elettrica ideale tra la moltitudine di modelli diversi? Loran Voirin ci svela quali aspetti andrebbero tenuti in considerazione all’acquisto di una e bike.

  • Destinazione d’uso
  • Velocità (25 o 45 km/h)
  • Batteria
  • Peso 
  • Fari e freni
  • Prezzo

Poi ci presenta i diversi modelli di e-bike e ci saluta con un consiglio da esperto che trovate alla fine dell’articolo. 

Loran Voirin è amministratore di Veloland a Montagny-près-Yverdon. Ci ha consigliato come scegliere l’e-bike ideale.
Loran Voirin è amministratore di Veloland a Montagny-près-Yverdon. Ci ha consigliato come scegliere l’e-bike ideale.

Per cosa voglio utilizzare la mia bicicletta elettrica?

Quando un cliente pianifica l’acquisto di una bicicletta elettrica, innanzitutto il nostro specialista gli chiede: «Per quale scopo desidera utilizzare la sua e-bike?» 

  • Per alcuni l’e-bike è un importante mezzo di trasporto: ci salgono ogni mattina e ci vanno al lavoro
  • Altri utilizzano la propria e-bike per corse in città, ad esempio per andare a fare la spesa.
  • Altri ancora programmano soprattutto rilassanti giri con la bicicletta elettrica. 

L’e-bike: la soluzione ideale anche per sportivi

E poi naturalmente ci sono anche gli sportivi! La bicicletta elettrica in fondo non è pensata solo per i ciclisti della domenica: al giorno d’oggi si sale anche sulla bici da corsa elettrica e si disputano gare. «Questa è un’altra filosofia, un altro atteggiamento, un altro modo di andare in bici» ritiene il nostro interlocutore.

Quanto veloce dovrebbe essere la mia e-bike?

Una volta chiaro per quale utilizzo il cliente desidera acquistare una bicicletta elettrica, Loran Voirin determina assieme a lui se le sue esigenze sono coperte al meglio da una e-bike veloce o piuttosto da un modello classico. 

Vi sono principalmente due categorie di velocità per le biciclette elettriche: fino a 25 e fino a 45 km/h. Ciò significa che l’assistenza elettrica si disattiva una volta superate queste velocità. 

La variante classica: assistenza elettrica fino a 25 km/h 

Questo tipo di bicicletta elettrica è adatta a giri all’aperto, ma viene utilizzata anche per corse in città. 

Nella maggior parte dei casi anche su percorsi ripidi è sufficiente un’assistenza elettrica fino a 25 km/h. Non vi serve una e-bike fino a 45 km/h se desiderate un motore forte. Se correte spesso su terreni scoscesi, dovreste fare solamente attenzione a scegliere un modello efficiente dalla gamma fino a 25 km/h. 

Per le e-bike fino a 25 km/h valgono le stesse regole delle biciclette standard. I vantaggi sono più che chiari.

  • Potete percorrere le piste ciclabili
  • A partire dai 16 anni tutti possono utilizzare una bicicletta elettrica di questo tipo senza licenza di circolazione

La variante veloce: assistenza elettrica fino a 45 km/h 

Questo tipo di bicicletta elettrica è adatta soprattutto a persone che ogni giorno percorrono più di otto o dieci chilometri per andare al lavoro e nel farlo utilizzano strade principali. 

Attenzione però! Siate prudenti quando vi sedete su una macchina di questo tipo! Si tratta infatti di una vera e propria moto con le sembianze di una bici. Viene spesso utilizzata in spazi di circolazione che richiedono una guida prudente. Alcuni modelli dispongono di una spinta molto forte, anche se i freni non sono paragonabili a quelli di una moto. In breve, una e-bike fino a 45 km/h è consigliata in particolare ai ciclisti esperti.

Per corse con una bicicletta elettrica veloce valgono inoltre le seguenti disposizioni legali.

  • Il ciclista deve essere titolare di una licenza di condurre (almeno della categoria M). 
  • La bicicletta deve essere munita di una targa di controllo.
  • È obbligatorio indossare un casco.
  • La bicicletta deve essere dotata di uno specchietto retrovisore.

Attenzione! Sulle piste ciclabili il motore delle biciclette elettriche veloci deve essere spento. Per questo motivo una e-bike con assistenza elettrica fino a 25 km/h è spesso la più adatta per le corse in città.

Quale è la batteria adatta per la mia bicicletta elettrica?

Siamo curiosi di scoprire di più sulle batterie delle e-bike. Come si sceglie la batteria giusta? Quale autonomia ci si può aspettare? 

La capacità di una batteria viene indicata in wattora, ci spiega Loran Voirin, e un modello standard attuale è dotato di una batteria da 400 fino a 500 wattora. Il detentore assoluto del record nel suo negozio ammonta a 983 wattora. Diamo uno sguardo alla bicicletta in questione: un veicolo imponente! Per i nostri giri in bici domenicali restringiamo però la scelta su modelli meno appariscenti e più leggeri. 

Quanta strada si può percorrere con una batteria da 400 wattora?

Al contrario della massima autonomia possibile in condizioni ideali dichiarata negli opuscoli di vendita, il nostro esperto rimane molto realistico. «Con una batteria da 400 wattora, si riescono a percorrere circa 35 chilometri con un’elevata assistenza elettrica» stima Voirin. Anche oltre 60 chilometri, però, se si risparmia la batteria, ad esempio riducendo l’assistenza elettrica su tratti piani del percorso.

Maggiore è la capacità della batteria, meglio è?

In linea di massima, il nostro specialista consiglia di non scegliere la capacità più elevata: è importante scegliere una batteria adatta all’utilizzo previsto. Ci spiega il suo punto di vista in base ad alcuni esempi.

  • Andate al lavoro con la bicicletta elettrica. La distanza è pari a circa 12 chilometri, ciò corrisponde a un percorso di 24 chilometri di andata e ritorno. Una batteria da 400 wattora è pienamente sufficiente. 
  • Durante le vostre brevi gite con la bici percorrete circa 50 chilometri, di cui 15 in salita. Una batteria da 400 wattora è adatta anche per un percorso di questo tipo.

È meglio caricare regolarmente la batteria invece di utilizzare una batteria sovradimensionata. «È come con un vaso che si deve svuotare per poi riempirlo nuovamente con acqua pulita» spiega il nostro esperto: utilizzandola in questo modo, la batteria è più resistente.

Von Stadtvelos über Mountainbikes bis hin zu Elektrotandems; rund 70 E-Bikes sind im Laden in Montagny-près-Yverdon ausgestellt.
Da city bike a mountain bike fino a tandem elettrici; nel negozio di Montagny-près-Yverdon sono esposte circa 70 e bike.

Che peso dovrebbe avere la mia e-bike?

Una domanda ci preme particolarmente: anche il peso di una bicicletta elettrica è senza dubbio un criterio importante, no? Non necessariamente, risponde il nostro esperto, perché una volta che il veicolo è in movimento, come utenti ci si accorge appena della differenza.

Il peso è un criterio in particolare quando ci si ferma e si riparte

  • Per persone di bassa statura una bicicletta pesante è quindi poco pratica, ad esempio quando ci si ferma a un semaforo rosso.
  • Una bici pesante richiede una spinta per la ripartenza più forte. 
  • Il peso è un argomento anche se dovete sollevare spesso la vostra bicicletta elettrica, ad esempio per trasportarla in cantina. 
  • Un modello più leggero si lascia maneggiare meglio su percorsi pieni di curve e tecnicamente impegnativi.
     

Quali fari e freni dovrei utilizzare per la mia bicicletta elettrica?

Anche se ci siamo concentrati principalmente sul peso e sulla batteria dei modelli esposti, l’esperto attira la nostra attenzione su altre due componenti importanti: fari e freni. 

Buoni fari per corse con poca luce

Per quanto riguarda i fari, ci spiega, vi sono grandi differenze tra le e-bike. Se viaggiate spesso di sera o al mattino presto, ad esempio per andare al lavoro, il nostro esperto consiglia di fare particolare attenzione all’illuminazione durante l’acquisto di una e-bike.

Buoni freni per bici relativamente pesanti e veloci

Le e-bike sono più pesanti delle bici standard. Grazie all’assistenza elettrica si tende inoltre a pedalare un po’ più velocemente con queste due ruote e di conseguenza, buoni freni sono indispensabili. Un criterio che diventa tanto più importante se si sceglie un modello fino a 45 km/h. 

Quale modello di e bike è il più adatto a me?

Dalla bici da corsa, alla city bike fino alla mountain bike: l’attuale offerta di e-bike è molto ampia, spiega orgoglioso il nostro esperto. Ci presenta i modelli principali.

La mountain bike

Con assistenza elettrica fino a 25 o 45 km/h, l’e-bike è ideale per esplorare anche gli angoli più isolati del nostro Paese su strade asfaltate, percorsi sterrati o strade con ghiaia. 

La bici da corsa con motore integrato

È la più leggera di tutte le e-bike. Come la bici da corsa standard, anche questo modello è dotato di ruote molto sottili. Viene utilizzato per percorsi lunghi su strade asfaltate.

La city bike

Dotata di sospensioni, parafanghi, portapacchi e ruote un po’ più spesse rispetto a una bici da corsa, la city bike è una e-bike comoda per corse in città così come per giri in bicicletta su percorsi prevalentemente asfaltati. 

Per le city bike, lo specialista richiama la nostra attenzione sui modelli con un telaio curvo, tipico delle bici da donna. L’assenza del tubo centrale rende più facile la salita e questa bicicletta elettrica è quindi particolarmente comoda in caso di soste frequenti ad esempio durante le corse in città (semafori, acquisti, ecc.). Inoltre, offre una buona posizione di seduta con un campo visivo ampio e schiena dritta.

La bici da fitness urbana

Leggero e versatile, questo modello attualmente è molto richiesto. Tra tutte le biciclette elettriche, è la più adatta a un utilizzo misto: è adatta a quasi tutti i terreni e può essere utilizzata in settimana come mezzo di trasporto e durante il weekend come bicicletta per il tempo libero. 

«Versichern Sie Ihr Velo» ist überall zu lesen. Unser Experte ist überzeugt: Eine Versicherung ist genauso notwendig wie ein Veloschloss.
Ovunque si legge l’invito “Assicurate la vostra bicicletta”. Il nostro esperto ne è convinto: un’assicurazione è necessaria come un lucchetto.

Quanto devo pagare per la mia bicicletta elettrica?

Ora è arrivato il momento di parlare del prezzo per un acquisto di questo genere. Per una buona bicicletta elettrica si dovrebbe calcolare un prezzo tra i 2ꞌ000 e 10ꞌ000 CHF, stima Loran Voirin, ma aggiunge anche che: «In nessun caso si devono pagare 5ꞌ000 CHF per una city bike!»

Circa 2ꞌ500 CHF per una city e-bike

Secondo il nostro esperto, un modello adatto per le corse in città e per i giri in bici nel fine settimana costa circa 2ꞌ500 CHF. 

In cima al listino prezzi si trova da un lato l’e-bike fino a 45 km/h e dall’altro i modelli sportivi, che sono interessanti per i ciclisti esperti.

E infine, ancora un consiglio dell’esperto

L’amministratore di Veloland ci ha dato per più di mezz’ora informazioni preziose che sono d’aiuto durante la scelta di una bicicletta elettrica. Avrebbe ancora un ultimo consiglio da rivelarci in confidenza, per così dire?

È contento di rivelarci il suo ultimo asso nella manica: «Se un cliente desidera acquistare una e-bike, chiedo se qualcuno nella sua cerchia di conoscenti ne possiede già una.»

E perché il nostro esperto fa questa domanda? «Perché le batterie si possono scambiare» ci confida con un sorriso furbo. Questo comporta due vantaggi:

  • Durante un giro in bici in due o con amici, è possibile scambiare la batteria in viaggio se una persona ha bisogno di maggiore pedalata assistita.
  • Nel caso di un’uscita lunga in solitaria, è possibile portarsi una seconda batteria nello zaino e cambiarla a metà percorso.

Insieme semplicemente migliori!

Infine, non vogliamo nascondervi che mentre guardavamo le due ruote esposte, ci siamo accorti che a ogni bicicletta elettrica è affisso un cartello. “Assicurate la vostra bicicletta” scritto in lettere maiuscole. 

Loran Voirin elogia apertamente i vantaggi di un’assicurazione e-bike. Come spiega volentieri ai suoi clienti: «Stipulare un’assicurazione è come acquistare un lucchetto: è una protezione necessaria contro furto, vandalismo e altri danni.»

Noi siamo d’accordo e vi consigliamo una doppia protezione per la vostra e-bike: un buon lucchetto e una buona assicurazione, insieme semplicemente migliori!

Assicurate la vostra e-bike

Online e con pochi clic

Di vostro eventuale interesse

Rivista
Come possiamo aiutarti? Top