Veicoli e viaggi

I valichi più belli della Svizzera

La Svizzera è nota per i suoi passi. D’estate il fermento è grande: curve a gomito e panorami spettacolari attirano motociclisti e ciclisti. Ma quale scegliere? Lo abbiamo chiesto alla nostra community.

L’essenziale in breve

  • La Svizzera vanta oltre 100 valichi. Per motociclisti e ciclisti sono mete di viaggio imperdibili.
  • Secondo la nostra community, la Furka, il Grimsel e il Klausen sono i tre passi più belli della Svizzera per godersi un’esperienza in moto o in bicicletta.
  • Il passo dello Jaun e del Pragel sono entrati in classifica nonostante siano sconosciuti ai più.

Sul podio

Oro per il passo della Furka

All’interno della nostra community il passo della Furka ha fatto furore. Anche James Bond non poté fare a meno di restare incantato da questo valico che si snoda per ben 29 chilometri. Il film «Goldfinger» lo vedeva infatti sfrecciare sul passo della Furka a bordo della sua Aston Martin. A un’altitudine di 2’429 metri sul livello del mare, è il quarto passo più alto della Svizzera e unisce il canton Uri e il Vallese o, più precisamente, Realp e Oberwald. La vista mozzafiato sul ghiacciaio del Rodano e il famosissimo hotel Belvédère che si staglia in prossimità di una curva affascinano da anni motociclisti e ciclisti.

Argento per il passo del Grimsel

I voti della nostra community posizionano il passo del Grimsel al secondo posto. Un tempo considerato un importante collegamento tra Svizzera e Italia, il passo attrae oggi magicamente motociclisti e ciclisti. Grazie ai laghi artificiali per la produzione di elettricità, al Totensee e al Murmeltierpark presente sul valico, il passo del Grimsel, che collega la valle di Hasli nell’Oberland bernese con Goms nel Vallese, offre alcune attrazioni da non perdere. La strada panoramica che porta dall’Hotel Alpenrösli, poco prima del valico, fino al lago artificiale di Oberaar non può mancare sicuramente nel vostro programma dedicato ai passi. La vista sul ghiacciaio resterà un ricordo indelebile.

Bronzo per il passo del Klausen

Al terzo posto della classifica stilata dalla nostra community troviamo il passo del Klausen. Il passo, che conduce dal canton Uri al canton Glarona, è sempre stato particolarmente amato dai motociclisti: tra il 1922 e il 1934 ha ospitato diverse competizioni motociclistiche e automobilistiche. Il fascino esercitato dalla bellezza di questi luoghi non si è affievolito nel tempo. Oltre alle piacevolissime curve regolari dall’asfalto antisdrucciolevole e ai panorami mozzafiato, il passo del Klausen offre molto da vedere grazie alla cascata di Berglistüber o al lago del ghiacciaio. 

A metà classifica

Il passo dell’Umbrail

Anche il passo dell’Umbrail ha i suoi sostenitori. Si snoda per 33 chilometri da Val Müstair nel canton Grigioni fino alla valle dell’Adda in Italia. Amato soprattutto dai ciclisti, attraversa i valichi più alti della Svizzera: grazie alle curve a gomito, ai tornanti, alle tante gallerie, ai rettilinei e ai panorami spettacolari, annoiarsi è impossibile. 

Il passo della Flüela

Anche se il passo della Flüela nel canton Grigioni non è riuscito a salire sul podio, ha un qualcosa che lo rende diverso da qualsiasi altro passo in Svizzera: il valico, lungo ben 27 chilometri, è la strada dall’altitudine più elevata all’interno di un cantone svizzero. La nostra community lo raccomanda soprattutto per le e-bike. Permette di viaggiare comodamente in un panorama austero caratterizzato da ampi spazi dominati da pietrisco. A un occhio allenato non sfuggiranno le marmotte, di vedetta un po’ovunque.

Passo del Glaubenbüelen

Dietro al passo del Glaubenbüelen, certamente meno noto, si cela un vero e proprio gioiello. Non a caso viene definito strada panoramica. Questo passo, che unisce Giswil nel canton Lucerna e Schüpfheim, è molto apprezzato dalla nostra community per le belle vedute sul lago di Sarnen e sulle alpi dell’Oberwald, caratterizzate dal monte Titlis, ammantato di neve per tutto l’anno.

Grosse Scheidegg

Il Grosse Scheidegg è una bella tentazione per i ciclisti della nostra community. Il valico che porta da Meiringen a Grindelwald è vietato alla circolazione individuale motorizzata tra Grindelwald e la località di Schwarzwaldalp. La fatica del dislivello e della pendenza non è certamente sprecata, perché si viene premiati con la pace, la bellezza della natura e i panorami maestosi della parete nord dell’Eiger. Il percorso rientra a pieno titolo tra gli itinerari montani più affascinanti della Svizzera. 

Fanalini di coda

Il passo dello Jaun

Oltre ai classici rinomati quali passo del San Gottardo, passo della Novena, passo dell’Albula e passo del Susten, per la nostra community anche il passo dello Jaun va annoverato tra i percorsi da non perdere in moto o in bici. Caratterizzato da un’altitudine moderata di 1’509 metri, sprigiona la sua magia grazie alla piacevolezza del panorama, alle montagne pittoresche e alla tipica varietà linguistica della Svizzera. Il passo dello Jaun porta dalla valle della Simme, nel canton Berna, fino a Bulle, nel canton Friburgo. I dialetti parlati in questa zona spaziano dal bernese al dialetto di Gruyère, fino al francese. In prossimità del valico si trova inoltre un caseificio di montagna, per pause gustose assicurate.

Il passo del Pragel

Tra i passi meno conosciuti rientra anche quello del Pragel. Meno famoso rispetto al passo del Klausen, che si snoda parallelo, porta da Muotathal nel canton Svitto fino a Riedern nel canton Glarona. Dal lato di Svitto, il valico passa attraverso una delle pochissime foreste vergini d’Europa. Con i suoi 550 ettari, la foresta di Bödmeren è la più grande foresta vergine del comprensorio alpino. Tra il lago di Klöntal e il valico, il transito alle moto è vietato per metà percorso durante i fine settimana, per la gioia dei ciclisti.

Assicurazione

Un consiglio per concludere

Sicuramente troverete la meta più adatta a voi tra le opzioni proposte dalla nostra community. Prima di mettervi in viaggio, pensate a come proteggere al meglio la vostra bicicletta e la vostra moto. Le nostre assicurazioni per moto e bicicletta vi proteggono da danni finanziari derivanti da furto, danni totali, danni da caduta o vandalismo e vi offrono, su richiesta, soccorso stradale e molte altre integrazioni su misura. Inoltre, potete stipulare la vostra assicurazione moto e bicicletta direttamente online in modo semplice e rapido. Buon viaggio all’insegna della sicurezza.

Assicurazione moto

Per il piacere di una guida sicura

Di vostro eventuale interesse

Rivista
Top