Veicoli e viaggi

Sport invernali? Sì, ma in sicurezza!

La giusta preparazione per divertirsi sulla neve senza pensieri.

Tempo splendido, pendii luccicanti

E in più la sensazione unica di sfrecciare su piste da sogno. La scarica d’adrenalina, però, non dove far finire la discesa a bordo di un elicottero della Rega.

In forma sui pendii
Che sia con lo snowboard, lo slittino o gli sci, scivolare veloci sulla neve è sempre divertente. Pensare, però, che sia possibile senza una preparazione fisica è sbagliato. Per questo, ancor prima che inizino le nevicate bisognerebbe raggiungere una certa condizione fisica di base.

Prepararsi in anticipo
L’autunno è perfetto per allenarsi per la stagione invernale. Corsa, bicicletta e altri sport di resistenza all’aperto aiutano a mettersi in forma. In questo modo il divertimento sulla neve può durare molto di più e si evita di restare completamente senza fiato già dopo le prime curve. 

Un pieno d’energia

skifahren

Oltre a cuore e ossigenazione è importante allenare anche forza e destrezza. Un buon livello di forza permette di reagire velocemente agli ostacoli e di cambiare spontaneamente direzione. Poiché negli sport su pista il lavoro maggiore è svolto da gambe e tronco, l’allenamento deve concentrarsi in particolare su questi gruppi muscolari. La silhouette scolpita che ne deriva è un effetto collaterale sicuramente gradito; in più, si evitano bruciori alle cosce.

Pollice dello sciatore e accorgimenti vari
Chi scia bene, cade raramente ed evita tipiche lesioni come il pollice dello sciatore o la rottura dei legamenti. Per questo vale la pena affinare la tecnica. I maestri di sci esperti insegnano nuove pieghe, aiutano a migliorare la postura del corpo e correggono le cattive abitudini. Una rinfrescata guidata da professionisti può veramente fare meraviglie.

Anche gli scarponi da sci e snowboard rinforzati evitano stiramenti e fratture. Le protezioni di schiena e petto sono altri accorgimenti utili e per fortuna sono sempre più diffuse tra gli appassionati di sci di ogni età. Infine, il casco è semplicemente irrinunciabile per gli sport sulla neve. 

Arrivare riscaldati sulla neve
Prima di lanciarsi nel divertimento di una discesa è bene fare un riscaldamento di 10-15 minuti. Piegamenti sulle ginocchia, brevi scatti con indosso gli scarponi da sci e jumping jack sono particolarmente utili se durante la risalita con l’impianto ci si è raffreddati molto. Del resto, tre quarti della giornata sugli sci si perdono facendo code, risalendo con gli impianti, allacciando e montando gli scarponi o facendo delle pause. Per questo, tour su sci e snowboard con salita attiva e meritata discesa lontano dalle masse sono un’alternativa stimolante, se non fosse per il rischio valanghe. 

Attenzione, valanga!

lawinengefahr-schild

Per molti sciare su metri di neve polverosa è il massimo del piacere. Tuttavia, fuori dalle piste aumentano i rischi, in particolare quello delle valanghe. Frequentare un corso sulle valanghe è dunque indispensabile. Allo stesso modo è importante informarsi con i bollettini meteo locali, studiare la zona e consultare esperti del posto, ad esempio i maestri di sci. In caso di minimo dubbio, annullare l’avventura offroad. Gli infortuni dovuti alle valanghe, infatti, sono causati perlopiù da una combinazione di sopravvalutazione personale ed eccessiva propensione al rischio. 

White Risk – L’app sulle valanghe
Con l’app «White Risk», l’istituto per lo studio della neve e delle valanghe ha sviluppato uno strumento di prevenzione interattivo. Oltre a fornire numerose informazioni di base e notizie relative alle valanghe, l’app permette di pianificare i propri tour via smartphone.

L’après-ski? Meglio a valle
Jagertee o Kaffee Lutz: per molti appassionati di sci, il principale ingrediente di un après-ski divertente è l'alcol. Purtroppo, le conseguenze non si limitano alle cantate in compagnia e ai vivaci balletti sotto braccio. Secondo uno studio del British Journal of Sports Medicine più del 20 % degli incidenti sulle piste è riconducibile agli effetti dell’alcol. Fatta questa premessa, per il bicchiere della staffa è meglio scegliere la sicurezza della valle.

Quando il divertimento costa caro
Un incidente sotto l'effetto dell’alcol ha risvolti pesanti. A seconda del valore per mille, l’incidente è considerato negligenza grave. La conseguenza è una riduzione della prestazione dell’assicurazione d’indennità giornaliera.

In molti casi, poi, la persona sotto effetto dell’alcol non è l’unica vittima dell’incidente. In caso di danni ad altre persone, l’assicurazione responsabilità civile può ridurre le prestazioni. La persona sotto effetto dell’alcol deve quindi pagare tutti i danni di tasca propria.

Conclusione: prepararsi in modo ragionato e non sopravvalutare le proprie capacità significa godersi appieno discese veloci e fantastici paesaggi invernali.

Di vostro eventuale interesse:

Ha delle domande? Top