00800 24 800 800 DE EN FR IT Notifica di sinistro Documenti LPP Officine partner Trovare consulente e ubicazioni Condizioni della Banca Jobs Assicurazione protezione giuridica Assicurazione cyber Assicurazione responsabilità civile
Servizio clientela
24h Hotline 00800 24 800 800
Dall'estero: +41 58 285 28 28
Clienti privati e aziendali myBaloise E-Banking Link öffnet in einem neuen Tab Il mio conto Altri Login E-Banking Link öffnet in einem neuen Tab Logout
Piattaforma di sostenibilità per PMI Promozione della salute in azienda e alimentazione: approcci e 15 consigli per PMI

Alimentazione salutare e attività fisica sono tra i requisiti più importanti per il nostro benessere. Scoprite:

  • cos’è la promozione della salute in azienda
  • quali misure promuovono un’alimentazione sana
  • come motivare i collaboratori a fare attività fisica
Jacqueline Schreiber, responsabile HR Gestione della salute Baloise Svizzera 3 aprile 2024 La sostenibilità per le PMI
Alimentazione e attività fisica sono i pilastri della promozione della salute in azienda. In questo articolo trovate molti consigli e idee su come aiutare i vostri collaboratori a mantenersi in salute, nell’interesse dei collaboratori stessi e della vostra impresa. 

Un sandwich veloce prima della prossima riunione. Un pezzo di pizza davanti allo schermo. Zero tempo per il pranzo ma nel pomeriggio tre caffè e altrettante barrette energetiche contro gli attacchi di fame e la stanchezza. Oppure anche: insalata mista e panino sulla panchina al parco, poi una passeggiata. Un menu variato al ristorante. Una mela e dell’acqua minerale per la pausa.

Come attenersi a un’alimentazione sana nello stress lavorativo di tutti i giorni? E come fare per integrare anche un po’ di attività fisica? Scoprite di più in questo articolo sui seguenti argomenti.

Cattiva alimentazione: quali sono i motivi?

Dietro a un comportamento alimentare poco sano si nascondono diverse cause.

  • Come mostra la nostra infografica (PDF, 669 KB), stress e burnout sono molto diffusi in Svizzera. Nel 2022, quasi il 30% dei lavoratori in Svizzera ha riferito di aver avuto un evidente aumento dei carichi rispetto alle risorse disponibili per riuscire ad affrontare lo stress sul lavoro. Questa è la conclusione a cui giunge il Job-Stress-Index. Lo stress è uno dei motivi principali per un comportamento alimentare non sano. 
  • Mangiare per consolarsi, per rabbia, come ricompensa o semplicemente come distrazione, di solito snack dolci o salati, favorisce una cattiva alimentazione.   
  • La mancanza di possibilità di ristorazione in azienda o nelle vicinanze rende più complicato mantenere un’alimentazione variata. 
  • Chi non fa pause regolari o un po’ più lunghe corre il rischio di alimentarsi in modo non sano. 
  • Il non sapere in cosa consista un’alimentazione sana può favorire la cattiva alimentazione.
  • Anche i costi hanno un ruolo in tutto questo: il fast food di solito non è salutare ma di primo acchito risulta più economico di un pasto bilanciato. 
Collaboratori sani al centro dell’attenzione

Secondo la Società Svizzera di Nutrizione l’alimentazione sbagliata è la causa di molte malattie. Tra queste ci sono ad esempio malattie del sistema cardiovascolare, cancro, diabete di tipo 2, ipertensione o problemi psichici. Poiché i dipendenti sono la risorsa più importante di ogni azienda, il loro benessere non è solo una questione personale. 

La gestione della salute in azienda (GSA) aiuta i collaboratori a restare in salute. La GSA si prefigge l’obiettivo di creare nell’azienda condizioni quadro, strutture e processi tali per far sì che lavoro e organizzazione possano promuovere la salute dei dipendenti. All’interno della GSA, il settore della promozione della salute in azienda (PSA) si occupa soprattutto di temi come l’alimentazione, il movimento e la salute mentale. Sulla nostra pagina dedicata alla gestione della salute in azienda potete informarvi su come beneficiare del nostro programma GSA e risparmiare allo stesso tempo.

L’alimentazione come elemento della promozione della salute in azienda

L’alimentazione sul posto di lavoro svolge un ruolo molto importante nella salute dei dipendenti. Le imprese hanno diversi requisiti da osservare e possibilità a disposizione per sostenere i loro dipendenti nella scelta di un’alimentazione sana. La leva più grande è quella di cui dispongono le grandi imprese con un ristorante aziendale. Esse possono infatti:

  • garantire un’atmosfera piacevole nel ristorante
  • mettere a disposizione un’offerta variegata di cibi sani
  • adattare gli orari di apertura, i prezzi e l’offerta alle esigenze dei collaboratori
Verso un’alimentazione sana: 7 consigli e idee per un’alimentazione sana

Anche per le piccole imprese ci sono una serie di misure che consentono ai dipendenti di nutrirsi in modo sano. Nel migliore dei casi, queste sono comprese nel programma di gestione della salute in azienda come parte della promozione della salute in azienda. All’interno della promozione della salute in azienda, le misure vengono impostate su due livelli diversi: da una parte il sostegno fornito ai collaboratori per un comportamento salutare, dall’altra la realizzazione di circostanze volte a promuovere la salute dei dipendenti (Società Svizzera di Nutrizione, PDF, 1,2 MB). 

Acquisire un comportamento salutare, a livello personale

A questo livello, ognuno è chiamato a fare del bene a sé stesso. Adottare un comportamento salutare significa:

  • fare pause
  • usare strategie di regolazione dello stress
  • mangiare in modo consapevole, sano e bilanciato
  • consumare i pasti a un ritmo consapevole
Creare situazioni volte a promuovere la salute, a livello aziendale

Con misure mirate, le imprese aiutano i loro dipendenti (anche) nella quotidianità lavorativa ad assumere un comportamento salutare e contribuiscono così alla prevenzione dalle malattie

  1. Know-how: solo chi sa queste due cose può agire in modo consapevole. Innanzitutto, cosa significa alimentazione sana. Seconda cosa, quali situazioni portano a un comportamento alimentare non sano. Le imprese possono trasmettere queste conoscenze in diversi modi ai loro collaboratori, ad esempio con campagne informative interne tramite newsletter oppure poster, corsi, coaching o eventi a tema.
  2. Cultura della pausa: quanto sono importanti le pause nella vostra azienda? Le riunioni si svolgono spesso anche durante l’ora di pranzo? Una reale cultura della pausa è importante affinché i collaboratori possano consumare i loro pasti in tranquillità e riprendere poi a lavorare dopo essersi riposati. Lo stesso vale per i collaboratori che lavorano da casa. I superiori da questo punto di vista hanno una funzione di modello.
  3. Locali: una sala pausa con posti a sedere, una piccola cucina, forno a microonde e frigorifero aiutano i collaboratori a provvedere ai propri pasti. Un luogo del genere favorisce anche la comunicazione tra le persone, conversazioni spontanee e scambi informali tra i presenti. 
  4. Accesso a cibi sani: distributori automatici con snack freschi oppure un servizio di consegna con opzioni salutari consentono ai dipendenti di nutrirsi in modo sano. Pensate alle diverse esigenze dei vostri collaboratori. Chi lavora nel servizio esterno ha altre possibilità e altre condizioni rispetto a chi lavora nel servizio interno. E chi lavora di giorno ne ha altre rispetto a chi lavora di notte.
  5. Una mela al giorno: l’azienda può fare un bel gesto e offrire gratuitamente frutta fresca o snack salutari come le noci. Questo non solo favorisce un’alimentazione sana ma anche una buona atmosfera di lavoro e l’immagine positiva del datore di lavoro responsabile. 
  6. Acqua a volontà: incoraggiate il consumo di bevande non zuccherate. Invitate in modo accattivante tutti i collaboratori a bere più acqua regalando loro una borraccia con il logo aziendale. 
  7. Buoni pasto: che tipo di offerta alimentare è disponibile in azienda e nei dintorni? A seconda dei casi, i buoni pasto possono essere una variante che consente ai dipendenti di optare per un pasto sano invece del fast food. 
Alimentazione e attività fisica, due aspetti che vanno a braccetto

Soprattutto nei paesi altamente industrializzati come la Svizzera, molte persone svolgono attività lavorative sedentarie. La mancanza di movimento è un aspetto molto comune e, come la cattiva alimentazione, comporta problemi di salute come ipertensione e malattie cardiovascolari. In Svizzera, la mancanza di attività fisica provoca ogni anno almeno 2’900 decessi precoci, 2,1 milioni di malattie e spese di cura dirette per 2,4 miliardi di franchi. 

La raccomandazione della Rete svizzera salute e movimento (PDF, 1,1 MB) per uomini e donne in età lavorativa è quindi di almeno 2,5 ore di attività fisica a settimana, sotto forma di attività quotidiane o sport con un’intensità almeno media.

8 consigli per più attività fisica nella quotidianità lavorativa

Ogni persona è diversa e ha altre preferenze e possibilità per fare attività fisica. Queste misure diversificate consentono a voi e ai vostri dipendenti di fare movimento in svariati modi.

  1. Know-how: come per l’alimentazione, anche per l’attività fisica vale la stessa regola, ovvero, il requisito è sapere quali sono gli sport salutari e quali sono i movimenti giusti da fare. Queste informazioni possono essere fornite ad esempio tramite Intranet, manifesti affissi alle bacheche e opuscoli da consegnare ai dipendenti. Eventuali temi specifici possono essere la salute della schiena, esercizi per rilassarsi e sciogliere la tensione accumulata.   
  2. Pausa attiva: un classico del lavoro in ufficio. Alzarsi in piedi almeno una volta all’ora è il minimo. Un paio di esercizi per sciogliere la muscolatura aiutano a prevenire o alleviare eventuali contrazioni muscolari dovute a posture scorrette. Anche durante la pausa è meglio muoversi che restare seduti di fronte allo schermo. 
  3. Sport: incoraggiate i vostri dipendenti a fare attività sportiva insieme, ad esempio jogging. La pausa pranzo può essere un buon momento per farlo. O magari invece una serata al bowling? Un’altra idea potrebbe essere una gara interna con il contapassi sul cellulare o con uno smartwatch. I tornei di calcio sono invece meno adatti perché il rischio di infortunio è piuttosto elevato.
  4. Escursioni attive: una gita aziendale è una buona opportunità per fare movimento insieme, ad esempio con un’escursione, sciando oppure con un’uscita in bicicletta.
  5. Corsi di fitness: accordatevi con una palestra nei dintorni per offrire una tariffa scontata ai dipendenti oppure offrite corsi di yoga, pilates o altro a tariffe ridotte o gratis. 
  6. Scrivanie ad altezza regolabile: con una scrivania di questo tipo, i dipendenti hanno la possibilità di alzarsi più spesso e di lavorare stando in piedi. In questo modo riescono a fare automaticamente più movimento.
  7. Attrezzi fitness: cercate un buon regalo per i vostri dipendenti? Perché non scegliere una pallina per massaggi, elastici o palle fitness per attività sportive?
  8. Biciclette: mettete a disposizione dei parcheggi per biciclette per promuovere l’uso della bici. Un’altra possibilità interessante sono le biciclette o e-bike aziendali. Queste possono motivare anche i ciclisti un po’ più pigri a recarsi di tanto in tanto a lavoro in bicicletta. 
Strumento GSA gratis per PMI

La GSA non deve essere per forza costosa: sotto la sua label “Friendly Work Space”, Promozione Salute Svizzera ha sviluppato una toolbox gratis fatta apposta per le PMI. Una parte è pensata per i dirigenti (leadership-kit) e l’altra per i responsabili del personale (HR-toolbox). Naturalmente anche i/le nostri/e esperti/e sono a vostra disposizione per assistenza e consigli. Trovate ulteriori informazioni sulle nostre offerte sulla nostra pagina GSA, Gestione della salute in azienda.

Abbonatevi subito alla nostra newsletter sulla sostenibilità su WhatsApp. Qui trovate informazioni sul tema della gestione della salute in azienda e su altri argomenti interessanti in materia di sostenibilità.

Iscriversi subito
Questo potrebbe interessarti anche
Apprezzare i collaboratori L’apprezzamento aumenta la soddisfazione e il successo in azienda. Esempi e 15 idee per una gestione basata sulla stima.
Contrastare efficacemente il presentismo Lavorare da malati costa alle aziende svizzere 5 miliardi di franchi all’anno. Scoprite quali contromisure adottare.