00800 24 800 800 DE EN FR IT FAQ | Le risposte alle vostre domande Trovare consulente e ubicazioni Condizioni della banca Blog Jobs Esclusive offerte partner Notifica di sinistro Attestato di assicurazione Officine partner Modificare l'indirizzo younGo - per tutti gli under 30 Assicurazione auto Assicurazione mobilia domestica Investimenti & previdenza
Servizio clientela
24h Hotline 00800 24 800 800
Dall'estero: +41 58 285 28 28
Contatto e servizi
myBaloise E-Banking Link öffnet in einem neuen Tab Il mio conto E-Banking Link öffnet in einem neuen Tab Logout
Finance4Women Strategia di investimento: verso l’investimento giusto

Investire con intelligenza e con un piano

Abbonati alla newsletter
24 maggio 2023 Patrimonio, investire
Chi può e vuole investire ha bisogno di pianificare affinché i rischi si mantengano gestibili e l’investimento abbia successo. Questa guida mostra in cosa consiste la strategia di investimento, perché è necessaria e quali tipi di strategia sono possibili.

Senza un piano concreto focalizzato sullungo termine, in molti casi, chi investe ‘a caso’ e in qualsiasi tipo di investimento alla fine rischia di rimanere deluso. Questo può essere evitato! Ti mostriamo in cosa consiste una strategia di investimento, a cosa devi fare attenzione e quali sono i tipi di strategia a tua disposizione.

Che cos’è una strategia di investimento? Quali sono gli obiettivi di investimento? Che cos’è un profilo d’investimento? Quali sono le classi d’investimento adatte a te? Quali strategie di investimento ci sono? Quale strategia fa al tuo caso?
Che cos’è una strategia di investimento?

La strategia di investimento è il piano in base al quale investi i tuoi soldi, ovvero l’idea alla base del tuo investimento. Questo piano tiene in considerazione la tua propensione al rischio e i tuoi interessi specifici. Devi sapere quali sono i tuoi obiettivi e l’orizzonte di investimento che persegui e inoltre, cosa molto importante, quali sono i rischi che puoi e vuoi correre.

Chi investe in giovane età può assumersi rischi maggiori rispetto a chi andrà in pensione a breve. Il motivo è semplice: poiché l’orizzonte di investimento per una persona giovane è nettamente più lungo, è più semplice compensare eventuali fasi di calo rispetto a un orizzonte temporale più limitato.
 

Stabilire l’obiettivo d’investimento

Prima di investire i tuoi soldi devi fare chiarezza su quali sono gli obiettivi che vuoi perseguire. Questi sono gli obietti di investimento più comuni.

  • La costituzione di patrimonio è l’obiettivo di investimento più comune. Chi investe denaro a questo scopo, lo fa per migliorare la propria situazione finanziaria. Che tu abbia già messo da parte un bel gruzzoletto o abbia appena iniziato a farlo, con l’ottimizzazione del patrimonio si mira sempre a ottenere un buon rendimento. A seconda dell’orizzonte di investimento e della propensione al rischio, lo stesso obiettivo di investimento porta a risultati diversi.
  • Nuovo acquisto: stai pianificando un acquisto abbastanza costoso. In questo caso il tuo obiettivo è garantire il patrimonio attuale e farlo aumentare moderatamente. Inoltre, è importante tenere in considerazione l’orizzonte di investimento solitamente piuttosto breve. Il tuo investimento dovrebbe quindi poter essere convertito rapidamente in contanti. Un investimento finanziario a breve termine e a basso rischio, tuttavia, ottiene di solito un rendimento basso, ammesso che ne ottenga uno.
  • La previdenza per la vecchiaia è un ulteriore obiettivo di investimento molto comune. Chi vuole occuparsi della previdenza per la vita dopo il pensionamento dovrebbe iniziare il prima possibile a investire. In questo caso non si tratta tanto di liquidità a breve termine e di un rendimento elevato con investimenti ad alto rischio, quanto piuttosto di investimenti a lungo termine grazie ai quali puoi anche approfittare dell’effetto dell’interesse composto.
  • La garanzia della sussistenza a lungo termine come obiettivo di investimento presuppone che il patrimonio frutti già interessi e redditi per finanziare il sostentamento. Se per coprire le spese di sostentamento possono essere utilizzati solo i redditi, è consigliabile ripartire l’investimento su diverse classi di investimento con differenti livelli di rischio.

Gli obiettivi di investimento dovrebbero essere concreti ed essere messi nero su bianco. Fondamentalmente si tratta quindi dell’arco di tempo e del risultato previsto dell’investimento. Naturalmente gli obiettivi, come la vita stessa, possono cambiare. Per questo è opportuno rivedere l’investimento una volta all’anno. A causa di un evento attuale o per un qualche capriccio non dovresti tuttavia mandare all’aria i tuoi obiettivi odierni senza rifletterci bene.
 

Profilo d’investimento

Il tipo di investimento dipende dalla tua situazione specifica e dalle tue aspettative. La capacità di rischio e la propensione al rischio costituiscono insieme il profilo di investimento.

  • Capacità di rischio: essa definisce quali sono i rischi finanziari che puoi assumerti. Chi è in grado di affrontare perdite e fluttuazioni del valore dell’investimento senza ritrovarsi subito in difficoltà finanziarie ha oggettivamente un’elevata capacità di rischio. Chi invece pianifica un grande investimento e per farlo vuole utilizzare una parte del patrimonio ha una capacità di rischio ridotta. Per determinare la capacità di rischio si tiene conto non solo di criteri finanziari come risparmi, obblighi, orizzonte di investimento, reddito e patrimonio, ma anche della situazione di vita. Una persona single con un buon reddito e senza obblighi familiari ha una capacità di rischio chiaramente maggiore rispetto a una coppia della stessa età con un figlio.
  • Propensione al rischio: definisce l’aspetto soggettivo del profilo d’investimento. La propensione al rischio personale determina quanto sei propensa, in quanto investitrice, ad assumerti il rischio di fluttuazioni e perdite. Fondamentalmente devi porti semplicemente questa singola domanda: quali perdite sono disposta ad accettare? Chi non tollera perdite minime, ha una capacità di rischio bassa, anche se la situazione patrimoniale e reddituale fa pensare a una capacità di rischio elevata.

Fondamentalmente il profilo è il risultato derivante dal livello minimo di capacità di rischio e di propensione al rischio. Se la capacità di rischio è bassa e allo stesso tempo la propensione al rischio è elevata, il profilo di investimento sarà prudente. Lo stesso vale per la combinazione tra bassa propensione al rischio e capacità di rischio elevata.
 

Classi d’investimento

Hai fatto chiarezza su quali sono gli obiettivi che vuoi perseguire con l’investimento e sul rischio che questo comporta. Adesso devi farti un’idea delle possibilità di investimento a disposizione. La ripartizione in classi d’investimento (in inglese asset) fa chiarezza sulla varietà spesso caotica delle offerte presenti sul mercato finanziario. Per il tuo investimento puoi scegliere una o più di queste classi. L’importante è diversificare, ovvero che tu investa per quanto possibile in classi di investimento, settori e aree geografiche diversi. In questo modo riduci il rischio. Se un settore subisce una perdita di valore, gli altri settori possono compensarla.

  • 💰 Strumenti del mercato monetario: il cosiddetto mercato monetario è il gruppo degli investimenti “liquidi”. I prodotti classici sono i seguenti: conti di risparmio, prestiti giornalieri, depositi a termine e call money. I depositi a termine hanno una durata fissa, mentre lo strumento call money è a tempo indeterminato. Il denaro che investi qui è disponibile velocemente e il rischio è il più basso in assoluto. In questo caso, però, il tuo patrimonio difficilmente aumenterà. Tuttavia, dovresti investire sempre una parte del tuo patrimonio in questa classe, per poter disporre di liquidità in modo rapido e se possibile senza perdite, nel caso si verificasse un imprevisto.
  • 📈 Titoli: in questo caso ti trovi all’interno del mercato dei capitali dove, a lungo termine, puoi contare anche su rendimenti elevati. Tra i prodotti più importanti di questa classe d’investimento ci sono le azioni (quote di società anonime), le obbligazioni (crediti per imprese e per Stati), i fondi  (paniere con diversi titoli o diverse classi d’investimento) in cui investono molte persone (vantaggio: diversificazione del rischio) e gli Exchange Traded Funds oppure in breve ETF.
  • 🏘️ Immobili: per quanto riguarda gli immobili puoi investire in due modi, ovvero in modo diretto, comprandone uno, oppure in modo indiretto, investendo in un fondo immobiliare. Nella variante indiretta investi i tuoi soldi in titoli concentrati sugli immobili.
  • 🛢️ Materie prime: di questa classe d’investimento fanno parte le materie naturali utilizzate principalmente per la lavorazione industriale. Di queste fanno parte, tra l’altro, il petrolio greggio e altri combustibili fossili, i metalli preziosi come oro e platino, i metalli industriali come rame e ferro nonché i prodotti agrari come ad esempio grano, caffè e arance.
  • Investimenti alternativi: le opzioni riassunte in questa classe d’investimento sono prevalentemente adatte a investitori e investitrici professionali con elevate aspettative di rendimento. A queste aspettative sono collegati anche rischi elevati. Degli investimenti alternativi fanno parte, tra l’altro, i private equity (investimento diretto in aziende non quotate in borsa che mostrano potenziale di crescita), gli hedge fund (investimenti spesso rischiosi con elementi di speculazione) e gli oggetti da collezione (come opere d’arte, veicoli d’epoca o vini pregiati). Le materie prime e gli immobili ogni tanto vengono considerati anche come investimenti alternativi. Se sei una principiante, meglio evitare questa classe d’investimento.

💡 Nel nostro contributo del blog «Investire denaro per neofiti: come iniziare nel modo giusto» trovi maggiori informazioni sull’attività di investimento, sugli aspetti da tenere in considerazione e su vantaggi e svantaggi delle singole classi d’investimento.

Quali strategie di investimento ci sono?

Le strategie di investimento per investitori privati si differenziano fondamentalmente in base al rischio che contengono. Una strategia conservativa o passiva si concentra infatti su classi d’investimento sicure, mettendo in conto quindi profitti minori. Una strategia d’investimento più aggressiva, invece, mira a ottenere un rendimento possibilmente elevato. Con una strategia di questo tipo sono connessi tuttavia rischi decisamente più elevati.

Il triangolo magico degli investimenti

 

Ti stai chiedendo quali siano le strategie di investimento esistenti?

Di seguito ti mostriamo alcuni degli approcci più comuni per una strategia di investimento.

Strategie di investimento per diversi livelli di rischio

Fondi strategici di investimento

Si parla di fondo di investimento quando diversi investitori versano il loro denaro in un fondo comune. Se un fondo investe in più di un tipo di titoli, ad esempio in obbligazioni, investimenti alternativi e cash o azioni e obbligazioni, si tratta di un fondo strategico di investimento detto semplicemente anche fondo strategico. Normalmente ci sono cinque tipologie diverse, che si differenziano essenzialmente nell’entità della quota azionaria, ovvero da meno del 10% fino a circa il 100%. Il vantaggio principale di questa strategia è che con un unico prodotto puoi già diversificare bene il tuo investimento. Il fondo strategico è adatto a chi è ancora alle prime armi.

Strategia indicizzata

In questa variante l’investimento è composto in base a un indice. Nella maggior parte dei casi si tratta di un indice azionario come lo SMI o il Dow Jones, più raramente gli indici delle materie prime o quelli settoriali. I cosiddetti fondi indicizzati (ETF) ti consentono di accedere in modo piuttosto semplice a un mercato con ampia diversificazione. La strategia indicizzata è adatta ai neofiti.

Strategia «buy and hold»

Acheter et conserver est un classique parmi les stratégies de placement, sur lequel mise le célèbre investisseur Warren Buffet. La stratégie «buy and hold» repose sur l’expérience selon laquelle les fluctuations de cours se compensent pratiquement toujours sur le long terme. Miser sur cette stratégie consiste à acheter des titres – en général des actions individuelles – à ne plus y toucher pendant le plus longtemps possible, et à garder son sang-froid même en cas de turbulences quotidiennes. Un horizon de placement d’au moins six ans est obligatoire, mais 10 ou 15 ans sont préférables. La stratégie buy and hold convient aussi bien aux personnes débutantes qu’à celles qui ont de l’expérience.

Size strategy

In questa strategia contano di solito le dimensioni (size in inglese) delle aziende quotate in borsa. Le cifre chiave più importanti sono ad esempio il valore di mercato, il fatturato e l’utile. L’aspettativa di questa strategia è che tali titoli subiscano soltanto fluttuazioni di corso ridotte. L’idea di base è questa: un’azienda di grandi dimensioni è anche un’azienda stabile e anche in caso di scivoloni sarà in grado di ristabilirsi rapidamente. La strategia mirata sulle dimensioni aziendali punta sulla stabilità e su un rischio basso ed è quindi adatta alle principianti.

Strategia del «value investing»

Anche con questo metodo segui le orme dell’oracolo della borsa, Warren Buffet, puntando su investimenti attualmente sottovalutati, ma che mostrano potenziale di crescita. Questo aumento di valore viene determinato attraverso analisi precise dell’azienda, dei suoi dati di performance e del suo contesto di mercato. Sono indispensabili ampie conoscenze a livello aziendale e del mercato. La strategia del value investing è riservata ai professionisti.

Growth strategy

Per la strategia di crescita è necessario poter contare su un buon istinto, sulla propensione al rischio e su una buona dose di idealismo, dato che qui investi in settori in cui prevedi una forte crescita nei prossimi anni. Si tratta spesso di giovani imprese o di start-up in settori di attività orientati al futuro come, ad esempio, tecnologie ambientali o intelligenza artificiale. In questo caso il rischio che ti assumi è notevole, dato che molte giovani imprese non raggiungono il successo. Se non sei una professionista, meglio evitare la strategia di crescita.

Strategia di investimento anticiclica

In questa strategia di investimento la parola d’ordine è nuotare controcorrente. L’idea di base è semplice: comprare titoli quando tutti gli altri vendono e i corsi sono bassi, tenerli finché i corsi aumentano di nuovo e poi rivenderli. Nella pratica, tuttavia, questo approccio è un po’ più complicato. Innanzitutto, è necessario identificare le imprese che vengono sottovalutate in borsa ma che hanno potenziale di rivalutazione. I valori centrali di un’azienda devono essere migliori del valore di mercato affinché l’investimento convenga. Le investitrici e gli investitori anticiclici devono avere pazienza e saper cogliere il momento giusto. E se ci riescono, non è detto che il valore aumenti e che l’investimento speculativo sia anche redditizio. La strategia di investimento anticiclica richiede un impegno attivo ed è più adatta a chi ha già conoscenze avanzate.

Strategia di investimento prociclica

Il pendant della strategia anticiclica è nuotare seguendo la corrente. La strategia di investimento prociclica, detta anche strategia momentum, punta su valori attuali con tendenza al rialzo. Chi ne fa uso, approfitta dell’andamento del valore al momento attuale. Appena il corso torna a scendere, le perspicaci seguaci della strategia prociclica vendono nuovamente i titoli. Ma anche in questo caso è necessario cogliere il momento giusto per la vendita, una cosa quindi per chi ha più esperienza.

Qual è la strategia di investimento migliore?

I professionisti hanno molte altre strategie tra le loro offerte, spesso dotate di nomi altisonanti e con innumerevoli calcoli. Non lasciarti intimidire. Anche questi professionisti ammettono che negli investimenti c’è sempre un fattore di incertezza e che il successo non è garantito nemmeno con le strategie.

Per raggiungere il tuo obiettivo, anziché metterti alla ricerca della migliore strategia di investimento, ti conviene scegliere quella strategia che più si addice a te, alla tua situazione di vita e alle tue condizioni finanziarie. Rispondi con sincerità alle domande che abbiamo elencato di seguito: ti aiuteranno a fare una buona scelta.
 

Le tue condizioni finanziarie

  • Quanti soldi hai a disposizione per gli investimenti?
  • A quanto può ammontare una perdita?
  • Per quanto tempo puoi rinunciare a quale somma di denaro?
  • Quali sono i tuoi progetti o desideri un po’ costosi che potrebbero ostacolare una strategia d’investimento a lungo termine?
     

Il tuo know-how e il tuo livello di conoscenze

  • Vuoi occuparti da sola costantemente dei tuoi investimenti?
  • Oppure vuoi semplicemente investire denaro e vedere cosa succede?
  • O preferisci forse incaricare degli esperti per la gestione del tuo portafoglio?
  • Hai tempo e voglia di acquisire le conoscenze specifiche che ti mancano?
     

Il tuo mindset e il tuo stile di vita

  • Quanto devono essere sicuri e quanto possono essere rischiosi i tuoi investimenti?
  • Quanto puoi rischiare al massimo?
  • Sei un tipo che sopporta le delusioni e le perdite?
  • Ti occupi volentieri dei dettagli o ti basta avere un quadro generale?
  • Quanto tempo vuoi dedicare al tuo investimento?
  • Una volta presa una decisione, le resti fedele o ti rimane difficile?

Vuoi saperne di più, hai domande specifiche sul tema dell’investimento oppure hai già messo a punto un piano di investimento e vuoi parlarne con delle professioniste? Da noi trovi la persona che fa per te.

Alla consulenza

Occupati tu stessa delle tue finanze: è così che puoi fare la differenza

  • Tutto ciò che devi sapere al giorno d’oggi
  • Finanze e previdenza in parole semplici
  • Con tanti consigli e risposte utili alle tue domande
  • Così puoi ottenere di più da quello che hai adesso
Trova l’ispirazione
Di tuo eventuale interesse altri articoli del blog
Bentornato/a!

Da qui torni direttamente all’offerta o al calcolo del prezzo.

Torna all’offerta

oppure

Calcola di nuovo
Bentornato/a!

Da qui torni direttamente all’offerta o al calcolo del prezzo.

Torna all’offerta

oppure

Calcola di nuovo
Bentornato/a!

Da qui torni direttamente all’offerta o al calcolo del prezzo.

Torna all’offerta

oppure

Calcola di nuovo
Bentornato/a!

Da qui torni direttamente all’offerta o al calcolo del prezzo.

Torna all’offerta

oppure

Calcola di nuovo
Bentornato/a!

Da qui torni direttamente all’offerta o al calcolo del prezzo.

Torna all’offerta

oppure

Calcola di nuovo