00800 24 800 800 DE EN FR IT FAQ | Le risposte alle vostre domande Trovare consulente e ubicazioni Condizioni della banca Blog Jobs Esclusive offerte partner Notifica di sinistro Attestato di assicurazione Officine partner Modificare l'indirizzo younGo - per tutti gli under 30 Assicurazione auto Assicurazione economia domestica Investimenti & previdenza
Servizio clientela
24h Hotline 00800 24 800 800
Dall'estero: +41 58 285 28 28
Contatto e servizi
Clienti privati e aziendali myBaloise E-Banking Link öffnet in einem neuen Tab Il mio conto E-Banking Link öffnet in einem neuen Tab Logout
FAQ | Le risposte alle vostre domande Trovare consulente e ubicazioni Condizioni della banca Blog Jobs Esclusive offerte partner Notifica di sinistro Attestato di assicurazione Officine partner Modificare l'indirizzo younGo - per tutti gli under 30 Assicurazione auto Assicurazione economia domestica Investimenti & previdenza
Servizio clientela
24h Hotline 00800 24 800 800
Dall'estero: +41 58 285 28 28
Contatto e servizi
Clienti privati e aziendali myBaloise E-Banking Link öffnet in einem neuen Tab Il mio conto E-Banking Link öffnet in einem neuen Tab Logout
00800 24 800 800 DE EN FR IT
Temi attuali Guida | Quali fondi posso impiegare per il finanziamento dell’abitazione di proprietà?

Realizzare il sogno di una casa di proprietà con capitale proprio e capitale di terzi

5 maggio 2021

20 % di capitale proprio e 80 % di terzi: ecco la formula per finanziare l’abitazione di proprietà. Scoprite perché non son decisivi solo avere di risparmio e ipoteca della banca e quali sono i ruoli di 2° e 3° pilastro.

Capitale proprio e capitale di terzi per la casa di proprietà

Sono in molti a sognare una casa di proprietà. Per poter trasformare questo sogno in realtà servono mezzi finanziari e certo non pochi. Per la maggior parte delle persone, l’acquisto di un’abitazione di proprietà corrisponde all’investimento finanziario più grande della propria vita. Sono solo in pochissimi, però, a essere in grado di procurarsi l’importo totale mediante fondi propri. Solitamente, gli Svizzeri finanziano il sogno della propria casa ricorrendo a una combinazione di capitale proprio e capitale di terzi.

L’essenziale in breve
  • Con il 20 % di capitale proprio e l’80 % di capitale di terzi potete realizzare il vostro sogno di una casa di proprietà.
  • Affinché un finanziamento esterno vada a buon fine, le spese abitative correnti non devono superare il 35 % del vostro reddito.
  • Come capitale proprio potete utilizzare averi di risparmio, titoli, donazioni, anticipi sull’eredità, come pure averi dal 2° e 3° pilastro.
Fatti interessanti sulla casa di proprietà
  • La Svizzera è un paese di locatari: nel confronto con il resto d’Europa, la Svizzera rappresenta il fanalino di coda in termini di abitazione di proprietà.
  • La quota di abitazioni ad uso dei proprietari sul totale delle abitazioni esistenti è in continuo aumento dal 1970.
  • Appena il 40 % di tutte le abitazioni occupate in modo permanente sono a uso degli stessi proprietari.

(Fonti: Ufficio federale di statistica)

«Ora sappiamo esattamente dov’è che possiamo risparmiare sulle imposte. In questo modo è più facile compilare la dichiarazione d’imposta, a tutto vantaggio del nostro budget.»

20 % capitale proprio, 80 % capitale di terzi

La regola di base per il finanziamento dell’abitazione di proprietà è la seguente: se impiegate il 20 % di capitale proprio, potete finanziare il restante 80 % con capitale di terzi. Tuttavia, questo è possibile solo se il vostro reddito annuo è abbastanza elevato. Perché? Dopo l’acquisto del vostro immobile, continuerete a sostenere altre spese correnti: ad esempio per il rimborso dell’ipoteca, tassi d’interesse (secondo i calcoli il 5 % delle ipoteche) e spese accessorie (0,75 % del valore immobiliare). Il vostro budget domestico non dovrebbe quindi superare il 35 % del vostro reddito netto. Solo in questo modo un finanziamento esterno è sostenibile e potete disporre di un sufficiente margine d’azione finanziario.

Capitale proprio
Ecco i fondi che potete impiegare come capitale proprio

Quando si parla di capitale proprio, si pensa per prima cosa al denaro sul conto di risparmio. Naturalmente questo denaro fa parte del capitale proprio, ma vi sono anche altri fondi che potete impiegare come capitale proprio, tra questi ad esempio titoli, donazioni o anche anticipi sull’eredità. Inoltre, per finanziare l’abitazione di proprietà, potete prelevare anticipatamente il vostro avere dal 2° e 3° pilastro, anche questi averi rientrano infatti nel capitale proprio. Attenzione però: prelevare anticipatamente il capitale dal 2° pilastro comporta anche svantaggi: le vostre prestazioni di vecchiaia subiscono una riduzione e il denaro prelevato dovrà essere tassato.  

Capitale di terzi
Ecco i fondi che potete impiegare come capitale di terzi

Di norma è il capitale di terzi a fare la parte del leone nel finanziamento di una casa di proprietà. Le banche concedono a tal fine prestiti a lungo termine, le cosiddette ipoteche, per le quali pagate tassi d’interesse e che assicurate con l’immobile come pegno. Di norma l’ipoteca di primo grado può ammontare fino a circa il 65 % del valore dell’immobile. Se tale importo non dovesse essere sufficiente per il finanziamento, potete contrarre un’altra ipoteca: l’ipoteca di secondo grado può ammontare a un altro 15 % del valore, aumentando così in totale l’ipoteca all’80 %. La quota dell’ipoteca di secondo grado deve essere ripagata entro 15 anni o, al più tardi, al momento del pensionamento. 

Fissate una consulenza personalizzata Nell’ambito di una consulenza completa rispondiamo alle domande in sospeso in merito al finanziamento della vostra abitazione di proprietà e troviamo la soluzione migliore per voi.
  • Noi vi accompagniamo lungo il cammino verso la vostra casa
    Avete altre domande?
    Cosa è compreso nel capitale proprio?

    Rientrano nel capitale proprio il denaro sul conto di risparmio, i titoli, le donazioni, gli anticipi sull’eredità come pure gli averi del 2° e 3° pilastro.

    Come posso impiegare gli averi del 2° e 3° pilastro per l’acquisto di un immobile?

    Per l’acquisto di un’abitazione di proprietà potete prelevare anticipatamente i vostri averi dal 2° e 3° pilastro. Questi averi fanno parte del capitale proprio. Mentre il denaro dal 2° pilastro può costituire al massimo il 10 % della quota minima richiesta del 20 %, l’avere dal 3° pilastro può essere impiegato come capitale proprio senza limitazioni. Pensate anche a quanto segue: un prelievo anticipato del vostro avere dalla casa pensioni comporta una riduzione delle vostre prestazioni di vecchiaia.

    Come posso contrarre un’ipoteca?

    Se non disponete di sufficiente capitale proprio per acquistare un’abitazione di proprietà, la banca può venire in vostro soccorso dandovi in prestito capitale di terzi. A tal fine devono essere soddisfatte determinate condizioni. La banca verifica l’immobile come pure la vostra situazione economica e personale: in altre parole controlla se siete solvibili o meno. Questo solitamente comprende un impiego fisso, un reddito regolare e un capitale proprio sufficiente.

    Anche questo vi potrebbe interessare altri articoli del blog
    Bentornato/a!

    Da qui torni direttamente all’offerta o al calcolo del prezzo.

    Torna all’offerta

    oppure

    Calcola di nuovo
    Bentornato/a!

    Da qui torni direttamente all’offerta o al calcolo del prezzo.

    Torna all’offerta

    oppure

    Calcola di nuovo
    Bentornato/a!

    Da qui torni direttamente all’offerta o al calcolo del prezzo.

    Torna all’offerta

    oppure

    Calcola di nuovo
    Bentornato/a!

    Da qui torni direttamente all’offerta o al calcolo del prezzo.

    Torna all’offerta

    oppure

    Calcola di nuovo
    Bentornato/a!

    Da qui torni direttamente all’offerta o al calcolo del prezzo.

    Torna all’offerta

    oppure

    Calcola di nuovo